Notizie Italiane

Salone del Gusto 2018

Al via a Torino fino al 24 settembre la manifestazione internazionale dedicata al cibo buono, pulito, giusto e sano. Giunta alla dodicesima edizione, è organizzata da Slow Food, Città di Torino e Regione Piemonte, in collaborazione con il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e il coinvolgimento del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo.

 

La dodicesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto si presenta quest’anno col tema Food for Change, un manifesto per innescare il cambiamento in ognuno di noi, nella vita di ogni giorno, a partire dal cibo, dalla scelta di ciò che acquistiamo e, perché no, coltiviamo per preparare i nostri pasti.

Ancora una volta Slow Food si pone da protagonista per il cambiamento del mondo attraverso il cibo, facendo leva sul lavoro di ciascuno e in base alle possibilità di ciascuno, in tutto il Pianeta.  Tre le sedi ufficiali: Lingotto Fiere, Piazza Castello, Nuvola Lavazza, per una manifestazione che coinvolge Torino e l’intero Piemonte.

 

E i numeri la dicono lunga sull’importanza di Terra Madre Salone del Gusto. Sono 75 mila metri quadri di spazi allestiti, mille espositori provenienti da 83 Paesi, 150 Presidi Slow Food italiani e 103 Presidi internazionali; partecipano all’evento 7 mila delegati della rete di Terra Madre, provenienti da 150 Paesi.

 

Ma non finisce qui, 4 mila Barachin di Terra Madre distribuiti in tutto il Piemonte grazie alla collaborazione di oltre 50 ristoranti e più di 70 associazioni, 18 cucine da strada, 16 food truck, 45 birrifici artigianali e 600 etichette di vino in degustazione. A Torino, grazie al bando Io sono Terra Madre sono oltre 200 gli eventi organizzati da enti e associazioni, con il coinvolgimento di tantissimi quartieri.

 

Fra le più significative novità di questa edizione: le cinque grandi aree tematiche #foodforchange, costruite insieme ai delegati della rete; le cucine di strada e le birre artigianali, allestite nello spazio antistante l’Oval per consentire ai visitatori di fruirne anche dopo la chiusura serale dei padiglioni che ospitano il grande Mercato italiano e internazionale.

 

Altra novità di questa edizione è l’area B2B, organizzata da Slow Food, Camera di commercio di Torino, Università di Scienze Gastronomiche e Foodscovery, in collaborazione con Enterprise Europe Network – Een, la più grande rete al mondo di supporto alle Pmi, presente in 66 Paesi.

 

Terra Madre Salone del Gusto è resa possibile grazie al contributo delle tantissime aziende che hanno creduto nel progetto di Slow Food. Maggiori informazioni su www.salonedelgusto.com


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button