Stile e Società

Pizza a metro tutta irpina

Rocca San Felice in provincia di Avellino, un paesaggio insolito, quasi privo di vegetazione in prossimità della Mefite, un laghetto di origine solfurea che ribolle per le emissioni di gas del sottosuolo.

Anticamente il lago era luogo di culto della popolazione degli Hirpini, che veneravano Mefite, dea della fertilità dei campi e della fecondità femminile.

DSC_0425Oggi il lago continua a influenzare Rocca San Felice, con i suoi sentori sulfurei e il paesaggio circostante, poco distante dal suo afflato benevolo, la Pizzeria “Da zio Gerardo” di Angelo Fiorillo, è un punto di riferimento per una pizza a metro tutta irpina.

Angelo, inizialmente per curiosità ha partecipato a corsi di formazione per pizzaioli, poi è nata in lui una vera passione per l’arte pizzaiola e approfondendo le tecniche, confrontandosi con maestri pizzaioli, ha voluto portare a Rocca San Felice la sua pizza, la sua espressione di quest’arte antica.

DSC_0485Due salette interne, accoglienti e originali si contendono il forno a vista e il camino nei mesi freddi, mentre ampi spazi esterni ben arredati sono quelli preferiti in estate, quando a sera invitano con la frescura del posto, a degustare una buona pizza a metro.

Gli amanti dalla pizza possono scegliere il loro metro di pasta lievitata otto ore con l’uso di pochissimo lievito, e farla guarnire con prodotti classici o più innovativi, come “speck e tartufo nero di Bagnoli Irpino” e  poi accompagnare la degustazione con una buona birra artigianale o un vino locale.

DSC_0532Da non perdere la passeggiata itinerante tra le alture e le valli avellinesi che conduce a Rocca San Felice, l’occhio non ha il tempo di abituarsi ad un paesaggio, che dopo un attimo ne contempla un altro totalmente diverso, e poi una volta giunti gustare una buona pizza a metro che ben si sposa con il territorio irpino.

Angela Merolla

 

 

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button