L’olio di Sardegna stravince al concorso di Olio Capitale di Trieste

L’olio di Sardegna stravince al concorso di Olio Capitale di Trieste

Print Friendly, PDF & Email

Il concorso per i migliori oli extravergini tipici e di qualità della rassegna internazionale Olio Capitale in ogni edizione comunica i vincitori della precedente, e quest’anno ha introdotto nuove menzioni speciali.

Alla 12^ edizione di Olio Capitale, gli oli sardi sono stati i più premiati dalle giurie.
Il “Fruttato Fois” dell’”Accademia Olearia”, di Alghero, quattro generazioni la famiglia Fois, 200 ettari con 25.000 piante di olivo, si è aggiudicato il premio per il miglior fruttato leggero.

“Luna nera di Oliena” dell’Azienda Agricola Sebastiano Fadda, oltre al premio per il miglior fruttato medio si è aggiudicato anche la menzione speciale della Giuria Ristoratori, quella della Giuria Popolare e la Menzione Ex Albis Ulivis.

Oltre a queste due, altre 11 imprese sarde hanno partecipato alla Fiera Olio Capitale di Trieste: Corte Margiani di Villacidro, Orrù Antonella di Massama, Terre del Sole di Sassari, Soc. Coop. Valle del Cedrino di Orosei, Copar di Dolianova, Paolo Demuru di Ilbono, Costa Smeralda di Olbia, Cannavera Antonello di Dolianova, Olivicoltori di Oliena, Pinna Francesco di Oliena, Nieddu Giacomo di Bolotana.

Per la cronaca, il premio per il miglior fruttato intenso è stato aggiudicato alla Slovenia, con l’“Olio extravergine d’oliva Itrana” dell’azienda “Vanja Dujc” di Capodistria.

Inoltre, il pugliese “Mimì Coratina” dell’Azienda Agricola Donato Conserva ha guadagnato il favore della Giuria degli Assaggiatori, mentre al laziale “Colle Giglio” dell’Azienda Agricola Federico Marocca è andata la nuova menzione “Young”.

La menzione “Credit-Agricole-Friuladria” è andata al miglior extravergine del Nord-Est, “Le Creve Garda DOP” dell’azienda “Le Creve di Paolo Forelli”, del Consorzio Olio Garda DOP.

Maura Sacher

About The Author

Related posts