Grappa di Barbera Vieux Moulin

Grappa di Barbera Vieux Moulin

Print Friendly, PDF & Email

Distillato di monovitigno della tradizione piemontese, porta con sé i profumi delle colline del Monferrato che conquistano i sensi. Un prodotto artigianale che soddisfa il piacere quotidiano di bere grappa.

 

Visitando Asti e dintorni, da appassionato di grappe, ho avuto modo di apprezzare e degustare diversi prodotti della tradizione piemontese. Tra queste la Grappa di monovitigno di Barbera che consiglio a chi come me ha il piacere di sorseggiare i distillati, dopo cena, accanto ad un buon sigaro.

 

E’ una grappa invecchiata di 36 mesi in botti di rovere, semplice, di qualità, in grado di sfidare i prodotti più ricercati e con un prezzo davvero interessante, infatti, le bottiglie da 70 cl. sono commercializzate intorno a 17 euro. Le vinacce carichi di profumi, provengono dai dolci declivi di una delle zone particolarmente vocate ad una viticoltura di qualità, il Monferrato.

 

La distilleria Vieux Moulin di Motta di Costigliole d’Asti, a conduzione familiare, di cui i proprietari sono già alla terza generazione, discendono dai Conti Asinari di San Marzano,  famiglia nobile piemontese, nel cuore dell’astigiano, con passione, lavora le vinacce in alambicchi discontinui a vapore, come da tradizione piemontese, che preservano i profumi della eccellente materia prima.

 

All’aspetto visivo la grappa si presenta con un intrigante colore giallo paglierino, dovuta alla permanenza nelle botti in rovere, bouquet intenso, con aromi franchi, in cui prevalgono sentori di piccoli frutti rossi e note di vanigia. In bocca, il sapore è caldo e armonioso, con delle note appena dolci; persistente sul finale. “La Barbera” il vitigno nobile utilizzato nella distillazione, si ritrova nella gradevolezza del gusto di questa grappa di 40%.

 

Godetevi le sensazioni piacevoli espresse da questo distillato, con i dolci di mandorla, ricoperti di cioccolato, pensando ai profumi della vendemmia e alle colline del Monferrato. Buona bevuta!

 

Giuseppe Di Marco

 

 

About The Author

Related posts