Le Naumachie, scrigno del buon gusto

Le Naumachie, scrigno del buon gusto

Print Friendly, PDF & Email

A Taormina, appartato lungo una delle viuzze che si diramano dal Corso Umberto, accanto ad un sito romano del II secolo d. C. da cui prende il nome, un ristorante di charme per la gioia dei gourmet.

 

Una gradevole sorpresa il ristorante Le Naumachie di Taormina, non solo per la bontà e la ricercatezza delle materie prime utilizzate, per la location riservata a due passi dal centralissimo Corso Umberto, ma anche per l’accoglienza e la professionalità dimostrata dai proprietari.

Lo chef Francesco Aversa cura la cucina, mentre il fratello Cristian sommelier si occupa magistralmente della gestione della sala con i propri collaboratori. Nulla è lasciato al caso, dalla “mise” dei tavoli, elegante nella propria sobrietà, al menù con le ricette della tradizione innovate grazie all’estro dello chef, alla cantina con le migliori referenze dell’Isola, oltre una selezione di vini nazionali e internazionali.

La famiglia Aversa sin dagli anni settanta si è occupata di ristorazione, gestendo un proprio ristorante che si distingueva proponendo l’autentica cucina della tradizione siciliana. E nel ristorante di famiglia ha mosso i primi passi Francesco, scoprendo la sua passione per la cucina, fino alla decisione, presa sette anni fa, assieme al fratello Cristian di aprire un nuovo ristorante che, facendo tesoro della tradizione familiare, offrisse ai propri ospiti percorsi del gusto unici. L’obiettivo è stato raggiunto.

Oggi il ristorante Le Naumachie rappresenta una chicca della ristorazione del territorio. Da provare sulla terrazza del ristorante il Pacchero con tartare di dentice aromatizzato all’albicocca con una brunoise di avocado; la Guitarre di spaghetti con pauro e bottarga di tonno rosso del Mediterraneo; il Tonno in rosso con miele di rovo di ape nera sicula e il semifreddo con ricotta di pecora e fragola, su zoccoletto di biscotto speziato.

Il tutto annaffiato dai vini proposti da Cristian, come il metodo classico extra brut di Murgo, l’Etna bianco A Puddara di Tenuta di Fessina, l’Etna rosato di Benanti e il frappato di Tenuta delle Ferle; vini che hanno esaltato il gusto dei piatti provati.

E, se si è fortunati, ci si può imbattere in uno dei tanti eventi organizzati da Francesco e Cristian, come una cena a sei mani con l’apporto di blasonati chef amici che cucinano assieme a Francesco.

Allora si potrà gustare la deliziosa Melanzana Margherita, una spuma di mozzarella di bufala, pomodoro, crumble di parmigiano e foglie di basilico dello chef bistellato Massimo Mantarro o l’insuperabile risotto “Le Lacrime del mare”, con sgombro sifonato, piacentino ennese, peperoncino dolce e alga mauro dello chef Alfio Visalli.

Insomma, le belle sorprese non mancano al ristorante Le Naumachie!

About The Author

Piero Rotolo

Direttore Responsabile vive a Castellammare del Golfo Trapani

Related posts