Stile e Società

Le Calette Cefalù: relax a cinque stelle

Immerso in una incantevole baia, l’hotel si snoda lungo un parco di dodicimila metri quadrati, offrendo vedute mozzafiato. Un’oasi di pace per una vacanza speciale.

 

Già all’arrivo si percepisce che si è scelto un posto esclusivo, dove l’ospite è viziato per garantirgli una vacanza di totale relax.

La struttura, realizzata in un curato stile mediterraneo che si armonizza con l’ambiente circostante, dispone di 55 camere, tutte diverse, spaziose e curate, molte delle quali con vista mare, sull’incantevole baia sovrastata dalla bellezza dei faraglioni della Calura.

Si può scegliere di rilassarsi in piscina o raggiungere a piedi, attraversando un sentiero circondato da una rigogliosa vegetazione, la piccola spiaggia per fare un bagno nello splendido mare di Cefalù. Tra i servizi offerti dall’hotel Le Calette, un beauty corner con vista mare, sauna, vasca idromassaggio, escursioni e noleggio barche. Il personale, diretto magistralmente da Keswan Monien, si distingue per cordialità e professionalità.

L’hotel Le Calette è speciale anche a tavola, con i suoi ristoranti Rizz’i mari e Calaluna, affidati all’excutive Chef di provata esperienza come Nunzio Tomasello, un serio professionista che privilegia i prodotti locali di qualità per offrire una cucina territoriale di livello.

Da provare il tonno rosso scottato alle erbette con passatina di ceci neri, caviale di lumaca, sesamo al wasabi e insalata di favette all’origano; il risotto alla pila vecia vialone nano, con gamberi di Mazara, limone primo fiore, polvere di capperi di Salina mantecato con ricotta di bufala; la ricciola in sfoglia di lardo di maialino “pane siciliano”, pomodoro secco della Valle del Belice, cipolla rossa in agrodolce e mandorle tostate di Noto.

Il tutto accompagnato dai vini della cantina, come il Sinestesia 2017 dell’Abbazia Santa Anastasia, un Sauvignon Blanc in purezza da uve biodinamiche e dai profumi unici o il Grillo in purezza da uve biologiche o, ancora, lo Chardonnay Sensoinverso 2015, un vino di struttura che si esalta in bocca. Abbinamenti azzeccati che sorprendono al naso e al gusto.

Per finire, un dessert a base di pistacchio di Bronte e le sue consistenze, servito con un vino passito biologico da uve Grecanico inebriante.

Una giornata all’Hotel Le Calette è d’obbligo concluderla a bordo piscina, magari in compagnia di un buon sigaro e una grappa, ammirando il tramonto sulla baia di Cefalù e ascoltando il rumore del mare.

 

Piero Rotolo

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Piero Rotolo

Direttore Responsabile vive a Castellammare del Golfo Trapani

Articoli correlati

Back to top button