EgNews

Autoctoni di Romagna a Milano

Che Alessandro Morini fosse un paladino degli autoctoni di Romagna era chiaro da tempo e quindi non stupisce che ”Civiltà del bere”, la più interessante e prestigiosa delle riviste  punto di riferimento dell’enologia italiana, lo abbia chiamato a rappresentare i vitigni autoctoni di Romagna alla manifestazione “La Mappa degli Autoctoni. Alla scoperta dei vitigni tipici italiani”.

DSCN1138
Alessandro Morini Poderi Morini Faenza

Il 21 marzo prossimo al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia in via Olona 6 bis a Milano  dalle 17 alle 22 , Civiltà del Bere  presenta il secondo atto delle #5giornatedelbere dedicato alle numerose varietà italiane che rischiavano di far perdere memoria di sé.

Un patrimonio che aziende di diversa grandezza e potenza sul mercato  hanno recuperato vitigni che oggi conservano gelosamente.

Tra i 26 i produttori presenti: Albarossa Club(Piemonte), Allegrini (Veneto), Argiolas (Sardegna), Associazione Ciliegiolo di Narni (Umbria), Baglio di Pianetto (Sicilia), Bertani Domains (Veneto), Cantine del Notaio (Basilicata), Cascina I Carpini (Piemonte), Cleto Chiarli (Emilia Romagna), Michele Chiarlo (Piemonte), Fazio (Sicilia), LeCimate (Umbria), Librandi (Calabria), Lupi (Liguria), Montalbera(Piemonte), Planeta (Sicilia), Podere Poggio Scalette (Toscana), Cantina Santadi (Sardegna), Tenuta di Tavignano (Marche), Tenuta Santa Caterina (Piemonte), Torrevento(Puglia), Valori (Abruzzo), Velenosi (Marche), Zardetto (Veneto) e Zymé (Veneto) e Poderi Morini (Emilia Romagna).

 

Corvina, Rondinella, Oseleta, Cannonau, Montepulciano, Vermentino, Nasco, Pecorino, Passerina, Trebbiano, Sorbara, Grasparossa, Barbera, Nebbiolo, Sangiovese, Pignoletto  alcune delle varietà che saranno presenti e che potranno essere liberamente degustate dalle 17 alle 22 (per i soli appassionati l’ingresso è alle 19)

Alessandro Morini, come ogni altra azienda invitata, porterà all’interno della manifestazione tre etichette: per il Centesimino ha selezionato il Savignone Ravenna Rosso I.g.t 2015,  per l’Albana il Sette Note Albana di Romagna d.o.c.g. 2013 e per  il Longanesi  il Burson Augusto 2009.

Dare spazio ai suoi vini, spesso premiati in manifestazioni internazionali, in questa speciale occasione è, per Alessandro Morini,  il riconoscimento del lavoro fatto negli anni per il recupero e il mantenimento di questi vitigni romagnoli.

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button