Autoctoni di Romagna a Milano

Autoctoni di Romagna a Milano

Print Friendly, PDF & Email

Che Alessandro Morini fosse un paladino degli autoctoni di Romagna era chiaro da tempo e quindi non stupisce che ”Civiltà del bere”, la più interessante e prestigiosa delle riviste  punto di riferimento dell’enologia italiana, lo abbia chiamato a rappresentare i vitigni autoctoni di Romagna alla manifestazione “La Mappa degli Autoctoni. Alla scoperta dei vitigni tipici italiani”.

DSCN1138
Alessandro Morini Poderi Morini Faenza

Il 21 marzo prossimo al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia in via Olona 6 bis a Milano  dalle 17 alle 22 , Civiltà del Bere  presenta il secondo atto delle #5giornatedelbere dedicato alle numerose varietà italiane che rischiavano di far perdere memoria di sé.

Un patrimonio che aziende di diversa grandezza e potenza sul mercato  hanno recuperato vitigni che oggi conservano gelosamente.

Tra i 26 i produttori presenti: Albarossa Club(Piemonte), Allegrini (Veneto), Argiolas (Sardegna), Associazione Ciliegiolo di Narni (Umbria), Baglio di Pianetto (Sicilia), Bertani Domains (Veneto), Cantine del Notaio (Basilicata), Cascina I Carpini (Piemonte), Cleto Chiarli (Emilia Romagna), Michele Chiarlo (Piemonte), Fazio (Sicilia), LeCimate (Umbria), Librandi (Calabria), Lupi (Liguria), Montalbera(Piemonte), Planeta (Sicilia), Podere Poggio Scalette (Toscana), Cantina Santadi (Sardegna), Tenuta di Tavignano (Marche), Tenuta Santa Caterina (Piemonte), Torrevento(Puglia), Valori (Abruzzo), Velenosi (Marche), Zardetto (Veneto) e Zymé (Veneto) e Poderi Morini (Emilia Romagna).

 

Corvina, Rondinella, Oseleta, Cannonau, Montepulciano, Vermentino, Nasco, Pecorino, Passerina, Trebbiano, Sorbara, Grasparossa, Barbera, Nebbiolo, Sangiovese, Pignoletto  alcune delle varietà che saranno presenti e che potranno essere liberamente degustate dalle 17 alle 22 (per i soli appassionati l’ingresso è alle 19)

Alessandro Morini, come ogni altra azienda invitata, porterà all’interno della manifestazione tre etichette: per il Centesimino ha selezionato il Savignone Ravenna Rosso I.g.t 2015,  per l’Albana il Sette Note Albana di Romagna d.o.c.g. 2013 e per  il Longanesi  il Burson Augusto 2009.

Dare spazio ai suoi vini, spesso premiati in manifestazioni internazionali, in questa speciale occasione è, per Alessandro Morini,  il riconoscimento del lavoro fatto negli anni per il recupero e il mantenimento di questi vitigni romagnoli.

Roberta Capanni

About The Author

Sonia Biasin

Wine Writer, Diplomata sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Related posts