A che punto è il Bursòn

A che punto è il Bursòn

Print Friendly, PDF & Email

Anche quest’anno il principe dei vini della Romagna, il Bursòn, va a sfidare altri grandi vini italiani con l’annata 2010, vino complesso che si sta rivelando sempre più interessante con il passare degli anni, acquisisce aromi e morbidezza suadente.

La 13°edizione si sta preparando con grande impegno, per ospitare i produttori che si mettono in gioco su questa manifestazione che si svolgerà a Bagnacavallo (Ra) Martedì 28 Novembre, è di fatto il gran finale dell’annata vinicola in Romagna.

Anche a questa kermesse non mancheranno giornalisti di primissimo piano, incuriositi dall’originalità della formula utilizzata per decretare il miglior vino della serata, tutto alla cieca, per chi non lo sapesse è una cena dove i commensali hanno 5 bicchieri pieni con i 5 vini in gara, segnati solo da un numero, da 1 a 5 alla fine della cena voteranno e anche la giuria dei giornalisti darà il suo voto, ma il voto popolare decreta il vincitore di serata e in più ci sarà il premio della stampa.

Sergio Ragazzini enologo Deus ex machina del consorzio è soddisfatto della qualità raggiunta da questo vino, aggiungiamo che sta diventando sempre più ambito anche nei territori limitrofi, non è difficile chiedere il Bursòn nei ristoranti di Ferrara o di Bologna  trovarlo in carta.

Quest’anno tra i giornalisti ha assicurato la presenza anche un giornalista svizzero, e la testata Italia Oggi ha chiesto di poter inviare un suo giornalista ad assistere all’evento, il successo dell’evento sta ormai varcando anche i confini nazionali, non ci resta che prenotare per la cena sperando che ci siano ancora posti disponibili.

 

About The Author

Related posts