Vino e Salute: Gli effetti di vino e arte su anima e corpo

Vino e Salute: Gli effetti di vino e arte su anima e corpo

Print Friendly, PDF & Email

Non una provocazione ma un binomio su cui riflettere quello proposto da CT Consulting Events a Palazzo Borghese. Un’iniziativa volta a valorizzare il consumo consapevole e una migliore conoscenza delle proprietà salutistiche del vino.

Coniugando scienza, tecnologia, sapienza agroalimentare e splendore artistico, la giornata ha registrato, oltre alla nutrita affluenza, anche un’alternanza alquanto unica di registri e tematiche: il vino accostato ad effetti benefici cardiologici, a valorinutrizionali, a consumatori giovani e relative psicologie e possibili dipendenze, a sostenibilità e, non da ultima, alla storica cornice di Palazzo Borghese, residenza romana dell’omonima famiglia, da cui proviene larga parte delle inestimabili opere pittoriche esposte oggi nella celebre Galleria Borghese.

Annoverata, infatti, da Giuseppe Antonio Guattani, fra le quattro meraviglie di Roma, la Galleria del Cembalo di Fontanella Borghese nasce dal desiderio di restituire al mondo dell’arte alcune di queste splendide sale al pianterreno, adibite alla fine del settecento da Marcantonio VI Borghese ad ospitare la prestigiosa collezione del Cardinale Scipione.

In questo ambito suggestivo ricercatori ed esperti dell’Università Campus Bio-Medico di Roma passato in rassegna la principali caratteristiche del vino che, se consumato moderatamente, può essere associato a numerosi vantaggi per la salute, come ribadisce il prof. Germano di Sciascio:” dalle prime coltivazioni della vite sulle rive del Mar Caspio e in Turchia Orientale, il vino ha accompagnato l’evoluzione e la cultura della civiltà occidentale da migliaia di anni, penetrando la mitologia, la religione, l’arte in tutte le sue forme.

Il vino è a buon diritto parte integrante della dieta mediterranea e – come illustrato dal “paradosso francese”, ovvero il presunto fenomeno per il quale in Francia, nonostante l’alto consumo di alimenti ricchi di acidi grassi saturi, l’incidenza di mortalità per malattie al cuore e vasi sanguigni è relativamente bassa, inferiore rispetto ad altri paesi dieteticamente compatibili – esso può proteggere il nostro sistema cardiovascolare attraverso gli effetti biologici del resverastrolo ed altri meccanismi”.

I presenti hanno potuto addentrarsi tra storie e segreti di grandi produttori Italiani, degustarne le migliori annate e raccogliere consensi da parte dei massimi esperti in campo medico. Davanti ad opere uniche per bellezza e strato di conservazione, i presenti hanno potuto acquisire nozioni utili a livello personale educativo e di formazione, specie nel caso di adolescenti in famiglia.

Per Ciro Formisano, responsabile e fondatore di CT Consulting : “ Questa prima edizione di “Vino e Salute” di certo rappresenta una grande sfida per noi, che cela dietro passione e impegno, unitamente alla ferma convinzione che un simile progetto possa rispondere e colmare una serie di esigenze della nostra città e del paese tutto, in questo momento storico che ci vede catalizzati, per non dire stregati, da programmi di cucina, star e contest culinari ma forse poco attenti alle origini e alle conseguenze di ogni cosa. Nel rispetto quindi delle stagioni e del nostro organismo, un evento come Vino e Salute vuole ristabilire un’importante gerarchia che inevitabilmente vedrà ai vertici concetti chiave come territorio, tradizioni, scienza e salute”.

Sono intervenuti:

Prof. De Cara Laura – Fisiologia vegetale                                                                                                                              Prof. Kahzrai Manon – Scienza dell’alimentazione e della nutrizione umana                                                              Prof. Di Sciascio Germano – Malattie dell’apparato cardiovascolare                                                                             Prof. Ing. Santonico Marco – Scienza dell’alimentazione e della nutrizione umana

Aziende in degustazione:

Barone Di Serramarrocco – Cantine Biondelli –  Casa E.Mirafiore – Castello Del Terriccio – Castiglion Del Bosco –  Col D’orcia –  Col Saliz – Conte Leopardi – Conte Spagnoletti Zeuli – Conti Riccati – Famiglia Cotarella – Fontenafredda –  Il Pollenza – Le Marchesine – Levide – Montevecchio Isolani – Principe Pallavicini – Paolo E Noemia D’amico – Petra Nevara – Pomario – Ridolfi – Ruffino – San Marco – Siddura – Tenuta Di Fiorano – Tenuta Pescarina – Tenuta Prima Pietra – Tenuta San Leonardo – Tenute Sella.

L’iniziativa si è svolta anche grazie al contributo di Campus Bio-Medico – Chopard – Banca Sella – Acqua Rocchetta.

Ct Consultingevents Srls  – L.go Luigi Antonelli,9 – 00145 Roma

www.ctconsultingevents.com   – info@ctconsultingevents.com

About The Author

Related posts