Punti di Vista

Vinitaly 2017, si inizia

Al via la 51° edizione del salone internazionale di Veronafiere dedicato ai vini e ai distillati, uno dei brand fieristici più conosciuti a livello internazionale. Inaugurazione con Phil Hogan, commissario europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale e il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina.

 

Inaugurata in grande la 51° edizione di Vinitaly, un appuntamento che va oltre la manifestazione fieristica, per essere uno dei momenti in cui si discute del futuro del vino e dell’agricoltura in ottica europea, di internazionalizzazione dei mercati, di innovazione e di crescita della qualità.

 

Al via anche Sol&Agrifood (Salone Internazionale dell’agroalimentare di qualità) ed Enolitech (Salone Internazionale delle Tecniche per la Viticoltura, l’Enologia e delle Tecnologie Olivicole e Olearie). Verona e provincia per cinque giorni si tingono del viola con Vinitaly&TheCity: non solo wine&food di qualità, ma musica, letteratura, poesia, spettacoli e incontri in compagnia di grandi ospiti che raccontano il mondo del vino attraverso la storia, l’arte, la moda, il design e il giornalismo.

 

“Vinitaly ha segnato l’agenda di governo sull’agricoltura del Paese e continuerà a farlo”, dichiara il ministro Maurizio Martina, per la manifestazione fieristica, che è la prima al mondo per superficie espositiva e numero di visitatori. Un buon riconoscimento istituzionale per Vinitaly e per l’intero settore vitivinicolo, patrimonio fondamentale per l’Italia con oltre 14 miliardi di euro di fatturato aggregato e 385 mila imprese che rappresentano la ricchezza dei nostri territori.

 

La sfida per l’edizione di quest’anno è quella dell’internazionalizzazione, dell’innovazione e della Digital Trasformation. Il filo conduttore di Vinitaly 2017 rimane la qualità, anche per la Politica agricola comune (Pac) post 2020, sulla quale nelle scorse settimane si è aperto il dialogo fra i Paesi comunitari.

 

Vinitaly ha anche l’obiettivo di formare esperti che, di fatto, rappresentano una comunità di ambasciatori del vino made in Italy. E questo grazie a Vinitaly International Academy e a format originali come OperaWine, Wine2Wine, Enolitech, Vinitaly&TheCity, Vinitaly Wine Club, 5 star Wines “The Book”, Sol & Agrifood.

 

Buon Vinitaly e buone degustazioni!

Piero Rotolo


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Piero Rotolo

Direttore Responsabile vive a Castellammare del Golfo Trapani

Articoli correlati

Back to top button