Vinitaly 2017, si inizia

Vinitaly 2017, si inizia

image_pdfimage_print

Al via la 51° edizione del salone internazionale di Veronafiere dedicato ai vini e ai distillati, uno dei brand fieristici più conosciuti a livello internazionale. Inaugurazione con Phil Hogan, commissario europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale e il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina.

 

Inaugurata in grande la 51° edizione di Vinitaly, un appuntamento che va oltre la manifestazione fieristica, per essere uno dei momenti in cui si discute del futuro del vino e dell’agricoltura in ottica europea, di internazionalizzazione dei mercati, di innovazione e di crescita della qualità.

 

Al via anche Sol&Agrifood (Salone Internazionale dell’agroalimentare di qualità) ed Enolitech (Salone Internazionale delle Tecniche per la Viticoltura, l’Enologia e delle Tecnologie Olivicole e Olearie). Verona e provincia per cinque giorni si tingono del viola con Vinitaly&TheCity: non solo wine&food di qualità, ma musica, letteratura, poesia, spettacoli e incontri in compagnia di grandi ospiti che raccontano il mondo del vino attraverso la storia, l’arte, la moda, il design e il giornalismo.

 

“Vinitaly ha segnato l’agenda di governo sull’agricoltura del Paese e continuerà a farlo”, dichiara il ministro Maurizio Martina, per la manifestazione fieristica, che è la prima al mondo per superficie espositiva e numero di visitatori. Un buon riconoscimento istituzionale per Vinitaly e per l’intero settore vitivinicolo, patrimonio fondamentale per l’Italia con oltre 14 miliardi di euro di fatturato aggregato e 385 mila imprese che rappresentano la ricchezza dei nostri territori.

 

La sfida per l’edizione di quest’anno è quella dell’internazionalizzazione, dell’innovazione e della Digital Trasformation. Il filo conduttore di Vinitaly 2017 rimane la qualità, anche per la Politica agricola comune (Pac) post 2020, sulla quale nelle scorse settimane si è aperto il dialogo fra i Paesi comunitari.

 

Vinitaly ha anche l’obiettivo di formare esperti che, di fatto, rappresentano una comunità di ambasciatori del vino made in Italy. E questo grazie a Vinitaly International Academy e a format originali come OperaWine, Wine2Wine, Enolitech, Vinitaly&TheCity, Vinitaly Wine Club, 5 star Wines “The Book”, Sol & Agrifood.

 

Buon Vinitaly e buone degustazioni!

Piero Rotolo

About The Author

Piero Rotolo

Direttore Responsabile vive a Castellammare del Golfo Trapani

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi