Punti di Vista

Vinitaly 2014: un bilancio invidiabile

Spenti i riflettori sulla 48° edizione del Salone internazionale dei vini e dei distillati, rimane la soddisfazione di espositori e buyer per una manifestazione che ogni anno entusiasma sempre più. Riconoscimento all’organizzazione di Veronafiere con l’incarico della realizzazione e gestione del Padiglione del Vino per Expo Milano 2015.

 

Con la chiusura della 48° edizione, Vinitaly rafforza la sua posizione di leader internazionale tra le fiere del vino dedicate al business. Un vero boom per interesse, affluenza, contatti, visitatori italiani ed esteri e una grande presenza di buyer da Nordamerica, Germania, Danimarca, Olanda e Nord Europa.

 

Parallelamente, sono cresciuti gli affari grazie anche al fitto calendario di matching commerciale tra selezionati operatori esteri e cantine di Vinitaly Buyer’s Lounge, la nuova area dedicata ai contatti di affari. Vinitaly Buerys’ Lounge è un’iniziativa nata dal potenziamento dell’incoming realizzato da Veronafiere in collaborazione Vinitaly International, con i suoi delegati in oltre 60 Paesi e con l’Ice e con il ministero dello Sviluppo economico.

 

Confermata la sempre maggiore internazionalizzazione di Vinitaly, con la grande affluenza nel nuovo padiglione Vininternational, dedicato agli espositori esteri. L’interesse per i vini degli altri Paesi produttori si è evidenziato anche con il tutto esaurito delle degustazioni organizzate dalle aziende estere presenti. Ha detto bene Chiara Lungarotti nel commentare l’edizione di quest’anno del Vinitaly “Tanta Italia di ottima qualità e molto estero”.

 

Intanto, Veronafiere per la professionalità dimostrata nell’organizzazione dell’evento, è stata incaricata della realizzazione e gestione del padiglione del vino per Expo Milano 2015. Una scelta di competenza per assicurare al vino Italiano una adeguata rappresentazione nell’ambito di Expo Milano 2015, del resto Vinitaly ha accompagnato l’evoluzione del sistema vitivinicolo nazionale e internazionale, contribuendo negli anni a rendere il vino una delle più coinvolgenti e dinamiche realtà del settore primario.

 

Il padiglione del vino a Expo Milano 2015 si svilupperà su una superficie di circa 2 mila metri quadrati e sorgerà nella piazza centrale dell’intera area Expo, dove avrà massima visibilità.

 

Racconterà la storia e la tradizione culturale del comparto, riserverà un’area dedicata al primo approccio al mondo del vino italiano per i milioni di visitatori che non lo conoscono, destinerà spazi agli educational attraverso wine tasting e masterclass, nonché con il coinvolgimento di produttori e testimonial, e guiderà agli abbinamenti “wine&food” nell’area specifica. Un focus importante sarà inoltre sul turismo del vino, sulla cultura del territorio e le bellezze italiane ad esso legate. E adesso la grande attesa del 2015!


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Piero Rotolo

Direttore Responsabile vive a Castellammare del Golfo Trapani

Articoli correlati

Back to top button