Vini e Ristorazione

Vecchie Terre di Montefili degustazione annata 2015

Serata magica come quelle che il Chianti Classico sa regalare presso l’azienda Vecchie Terre di Montefili a Panzano. Al tramonto le vigne acquistano fascino e  i quasi 500 metri alleggeriscono la calura di questo settembre che si distende nell’estate.

L’occasione è la presentazione dell’annata 2015, la prima interamente sotto il nome della nuova proprietà. Vecchie Terre di Montefili, infatti, è il sogno concretizzato di tre amici, tre imprenditori di successo ognuno alla ricerca di un luogo del cuore. E lo hanno trovato proprio in questo angolo di Chianti che di storia ne ha vista passare tanta, in queste terra dove il galestro dona al sangiovese qualità inimitabili.
Una degustazione al tramonto, sull’aia della bella casa in pietra dove si respira semplicità e aria internazionale, con una grande griglia e meraviglie della cucina toscana.

Vecchie Terre di Montefili è un’azienda che ha trovato nella nuova proprietà la sua strada, Nicola, Frank e Tom operano soprattutto negli Stati Uniti ma hanno l’Italia nel cuore e quando cuore e capacità manageriali si uniscono non può che nascere un prodotto eccellente.

Seduti con vista sulla vigna storica dell’azienda, un anfiteatro naturale dove le vecchie viti piantate nel 1975 danno un vino, “l’Anfiteatro”I.G.T Toscana,  che sa raccontare bene questo territorio, ne esprime la bellezza e la difficoltà:  sentori di frutti rossi, una delicata nota di pepe e  un tannino elegante che ricorda l’eleganza di un vecchio contadino toscano di poche parole ma tanta maestria.

Il sangiovese prevale su tutta la produzione dal Chianti Classico D.O.C.G. , prodotto dalle vigne più giovani,  alla Riserva, ottenuta con un’attenta selezione delle uve di cui abbiamo goduto della bella mineralità, fino al Vigna Vecchia Chianti Classico Gran Selezione D.O.C.G

E se il sangiovese in purezza nel 2015 ha regalato a tutti i vini dell’azienda grande impatto olfattivo e piacevole beva il cabernet franc (60%) a nostro avviso ha ben accompagnato il Montefili Rosso I.G.T Toscana 2015 donando estrema godibilità del frutto, mentre l’80% di Carbernet Sauvignon del Bruno di Rocca I.G.T Toscana 2015 ha chiuso una degustazione nel miglior modo possibile.

Vini adatti ai mercati a cui sono destinati ma ben posizionati anche sul territorio di cui sanno raccontare le tante storie che aleggiano tra queste colline. Su tutto la gentilezza e la cortesia che unite alla elegante semplicità fanno di Montefili un luogo in cui l’anima si riposa e il palato gode dei frutti di una terra unica.

 

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button