Stile e Società

Tradizione e innovazione in un solo boccone

La verve per l’innovazione, i pizzaioli della famiglia Gallifuoco l’hanno sempre avuta.

Nel 1966 fu la “Toca”, ossia la “Buona”, con fior di latte, frutti di mare e funghi champignon, a farsi largo tra le classiche Marinara e Margherita.

Nel 2016, Francesco Gallifuoco, custode del testimone della quarta generazione di pizzaioli, ha creato l’originale pizza

“Alta Montagna”, bianca di provola, scamorza arricchita di miele.

DSC_0675La pizzeria Franco è a pochi passi dalla Stazione Centrale di Napoli, negli anni ha mantenuto i caratteri della tradizione culinaria partenopea, senza rinunciare alla fresca ventata dell’innovazione, e soprattutto alla continua ricerca di ingredienti di qualità, per non perdere i sapori e la genuinità di un tempo.

Taberna in origine, dove si servivano i piatti più apprezzati della cucina napoletana accompagnati dal vino locale, divenne poi, anche pizzeria e friggitoria.

DSC_0611Oggi, tra i toni caldi e le pietre a vista delle salette ricavate nell’antica bottaia, Francesco, patron e artigiano della pizza, propone una cucina dai sapori di un tempo, pizze cotte rigorosamente nel forno a legna e fritturine.

La sua pizza, dalla sfoglia sottile e leggerissima, nasce dalla lievitazione di 24 ore di farine selezionate, un mix che dona una maggiore ricchezza organolettica, proprio com’era in passato.

Da Pizzeria Franco tradizione e innovazione si gustano in un solo boccone, con le originali frittatine di pasta ripiene di salsicce e friarielli, oppure di mozzarella e salmone.

DSC_0649Ma senza ombra di dubbio la Sfogliatella napoletana è la vera chicca, poiché nella classica sfoglia riccia è custodito un godurioso  ripieno, composto da mozzarella di bufala, San Marzano Dop e ricotta di pecora.

Pizzeria Franco, porta a tavola il carattere di Napoli, la fierezza delle sue radici culinarie, la voglia di arricchirsi ancora.

Angela Merolla


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button