Curiosità

Tabula Cortonensis

Agli etruschi il vino piaceva. E lo coltivavano con attenzione. Ovviamente non era come il vino che siamo abituati a bere oggi ma c’era comunque un giro di interessi. Il primo atto notarile della storia del vino è la “tabula Cortonensis” del II secolo a.C.. Il documento, che sarà in mostra a Verona dal 12 aprile al 16 agosto 2015, è uno dei più importanti giunti fino a noi.

Nella tavola si evidenzia che il vino era uno “status”, rappresentava ricchezza, e si dettagliano misure dei terreni ceduti e delle viti presenti. Si legge che Petru Scevas  cede dei terreni pregiati a vigna ai Cusu, figli di Laris.
Il Palazzo della Gran Guardia aprirà la mostra “Arte e vino” con la Tabula Cortonensis, un evento legato Expo che vedrà la magnifica città di Cortona portare a Verona la sua storia legata in modo indissolubile al vino.

Il Maec, il Museo dell’Accademia etrusca e della città di Cortona,  ha infatti predisposto per questa esposizione altre opere oltre alla Tabula. Tra queste anche una Oinochoe e un calice in bucchero del VI sec. a.C. oltre al Miracolo di San Benedetto, un olio su tela di Baccio Ciarpi 1610 d.C..
Arte e vino, un matrimonio di cui si parla sempre di più e dove Cortona non può essere la migliore ambasciatrice.  E il pubblico sembra apprezzare, come dimostra il successo dell’iniziativa lanciata al Vinitaly , il concorso fotografico lanciato dal Consorzio Vini Cortona, con protagonista Selvans, divinità etrusca custodita al Maec.

Roberta Capanni

 

 

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

One Comment

  1. Pingback: Tabula Cortonensis
Back to top button