Sordo il Barolo dei campioni si assaggia al Prowein  du Dusseldorf dal 17 al 19 marzo

Sordo il Barolo dei campioni si assaggia al Prowein du Dusseldorf dal 17 al 19 marzo

Print Friendly, PDF & Email

Le storie dei campioni non sono mai tutte a buon fine, nella vita bisogna fare delle scelte, mentre i vignaioli sono li a passare le stagioni curando sempre i loro campi, curano con costanza i grandi vini che nasceranno.

Un grande vino si vede da subito e poi la cura, la pazienza e tante accortezze portano il vino e diventare un campione, come i grandi campioni del calcio.

Proprio i campioni del calcio sono i più ricordati, tanto che si è fatta strada di dare il nome dei campioni al vino, una idea di Fabio Cordella.

Così Fabio Cordella diventa il tramite tra i grandi campioni e i produttori, ecco che Giorgio Sordo, grande produttore di Barolo dedica ai grandi campioni il suo grande Barolo.

Un grande Barolo grazie a un campione mancato, le storie le vediamo anche ai nostri giorni, diventa un campione di beneficenza, dove un giovane calciatore vede la sua carriera distrutta per un piccolo errore di un medico, ma non demorde e si affaccia al mondo del calcio.

Questo giovane diventa ugualmente un campione, ma di beneficenza e siccome l’amore per il calcio è nel cuore, decide di dedicarsi al bene degli altri.

Il progetto sarà presentato in occasione della fiera internazionale del vino Prowein a Dusseldorf, potrete assaggiare i grandi vini di Sordo con le bottiglie dei campioni Ronaldinho, Clemente Russo e Fabrizio Miccoli.

About The Author

Related posts