Info & Viaggi

ROME WINE EXPO, la prima edizione è stata un grande successo

Grande esordio per una manifestazione destinata inequivocabilmente a crescere

ROME WINE EXPO, Il Festival dei grandi vini del mondo a Roma, si è appena concluso, dopo una kermesse enogastronomica che dal 20 al 23 maggio è stata ospitata presso i grandi spazi del Centro Congressi del Barcelò Aran Mantegna di Roma.

Una manifestazione che ha ospitato l’evento nell’evento Nebbiolo nel Cuore, che ha visto la presenza di oltre 200 cantine e oltre 1000 etichette in degustazione, provenienti da tutta Italia e dal resto del mondo e che ha offerto ai visitatori e agli operatori del settore ben 10 Masterclass di approfondimento, che hanno impreziosito il festival che vuole celebrare la cultura del vino a Roma.

ROMA WINE EXPO si è presentato al pubblico di appassionati e operatori del settore alla sua prima edizione, dopo due anni difficili, di continue sospensioni e annullamenti di grandi eventi enogastronomici. È stato creato, inoltre, in un momento di iniziale e ancora timida ripresa, caratterizzato ancora da tante incognite, causate dal persistere di una situazione globale di incertezza, di perdurare della pandemia da Covid 19, di crisi internazionale sorta a causa della recente guerra in Ucraina.

Non era scontato si potesse ottenere la visita di circa 2000 visitatori tra appassionati ed operatori del settore, ma ci siamo riusciti e ne siamo davvero contenti!

Il tutto durante un fine settimana denso di altre manifestazioni enogastronomiche concorrenti e caratterizzato da un clima caldo ed assolato estivo che spinge di norma, si sa, la maggior parte dei romani a scappare dalla Capitale per godere di mare, campagna e così via.

Ma l’impegno di tutto lo staff di Riserva Grande e la partecipazione, la volontà di ricominciare e la capacità di resilienza di tutti gli espositori che hanno dato fiducia al progetto, che per questo ringraziamo infinitamente, è stato in gran parte ripagato.

Uno stimolo importante e un grande impulso per migliorare questo importante e ambizioso format per le prossime edizioni. Un progetto che Riserva Grande vuole proporre nuovamente nei prossimi anni, anche migliorato e perfezionato ad hoc.

L’ambizione è quella di realizzare concretamente una manifestazione che cresca di anno in anno, per diventare un punto di riferimento nella Capitale, per valorizzare nel centro Italia la grandezza e fondamentale importanza della cultura del vino del Belpaese e celebrare la memoria storica di un territorio che ha visto un’affermazione universale, in una continua crescita esponenziale che promuove sempre di più la cultura della qualità.

Ogni anno, inoltre, come presupposto fondamentale, i grandi vini e le aziende rappresentative del Lazio ospiteranno i grandi vini delle altre regioni italiane ma anche del resto del mondo, che hanno costruito e che ancora contribuiscono a creare una storia senza fine.

Ecco, qui di seguito, il programma svolto nel quattro giorni dedicati alla manifestazione e le aziende che ci hanno onorato della loro presenza e fiducia:

PROGRAMMA

Venerdì 20.05.22:

– ore 19:00 – DEGUSTAZIONE IN CONCERTO: Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi.

La musica immortale di Antonio Vivaldi è stata protagonista, insieme e in abbinamento a vini di grande pregio, in una serata memorabile che ha dato il via a Rome Wine Expo. La Roma Tre Orchestra, diretta dal maestro Sieva Borzak, con violino solista Maria Teresa De Sanio, ha mirabilmente eseguito Le Quattro Stagioni, i quattro concerti per violino e orchestra, tratti dall’opera “Il Cimento Dell’Armonia e Dell’invenzione”, di fronte ad una platea di circa 100 ospiti. Durante il concerto i partecipanti hanno degustato otto vini di prestigio, selezionati in relazione alle stagioni. In sala presenti alcuni dei produttori che hanno proposto in degustazione i propri vini.

Sabato 21 maggio 2022

-ore 11:00 Apertura banchi di assaggio

-ore 12:00 Masterclass. Ghemme e Gattinara, le due denominazioni Docg dell’Alto Piemonte in comparazione alla cieca, a cura di David Schinzari e Marco Cum.

Vini in degustazione:

Ghemme 2013 Cà Nova

Ghemme 2016 Chiovini Paride

Ghemme Leblanque 2016 Vigneti Valle Roncati

Ghemme Santa Fé 2016 Ioppa

Ghemme Dei Mazzoni 2017 Mazzoni Tiziano

Ghemme 2017 Platinetti

Ghemme 2017 La Piemontina

Gattinara Riserva 2016 Antoniolo

Gattinara 2016 Vegis Stefano

Gattinara Il Putto Vendemmiatore 2017 Cantina Delsignore

Gattinara 2013 Nervi Conterno

Gattinara Riserva 2015 Travaglini

-ore 15:00 Masterclass. Masterclass in ricordo di Pio Boffa della Cantina Pio Cesare di Barolo, a cura di Marco Cum e Federica Boffa.

Vini in degustazione:

Barolo Classico annate 2007/2010/2016/2017
Barolo Ornato 2016
Barolo Mosconi 2016
Barbaresco Classico 2011
Barbaresco Il Bricco 2011

-ore 18:00 Masterclass. Il riflesso del terroir nei Barolo di Sergio Germano. Verticale parallela di Barolo Cerretta, Prapò e Lazzarito, a cura di Marco Cum e Sergio Germano.
Vini in degustazione:
Barolo Cerretta annate 2004/2010/2017
Barolo Prapò annate 2004/2010/2017
Barolo Lazzarito Riserva annate 2010/2012/2017

-ore 20:00 Masterclass “Tre anime e un territorio”: degustazione in comparazione alla cieca di vino Cesanese proveniente dai territori di Affile, Olevano Romano e Piglio. A cura di Andrea Petrini e dell’enologo Letizia Rocchi.

Vini in degustazione:

Casale Della Ioria Torre Del Piano 2019

Petrucca e Vela Tellures 2016 Riserva

Terenzi Cesanese del Piglio Superiore Colle Forma 2019

Damiano Ciolli Cirsium 2016

Consoli Alma Mater 2016

L’Avventura  Picchiatello  2019

Raimondo Cisinianum Riserva 2018

Schiavella Vena Rubra Riserva 2017

-ore 20:00 Chiusura banchi di assaggio

Domenica 22 maggio 2022

-ore 11:00 Apertura banchi di assaggio

-ore 12:00 Masterclass. La Malvasia Puntinata del Lazio. Retrospettiva ampelografica dello storico vitigno laziale. Una degustazione orizzontale di uno dei vitigni a bacca bianca più rappresentativi della regione. A cura di Saula Giusto e dell’agronomo Paolo Savo Sardaro.

Vini in degustazione:

Martino V – MALVASIA PUNTINATA FRIZZANTE

Terre Del Veio – ROMA DOC BIANCO CLASSICO CRÈMERA 2021

Vinea Domini –ROMA DOC BIANCO MALVASIA PUNTINATA 2021

Azienda Agricola Biologica Lotti – LAZIO IGP BIO MALVASIA PUNTINATA 2021

Parvus Ager – LAZIO IGT MALVASIA PUNTINATA 2021

Tenuta Le Quinte – LAZIO IGT ORCHIDEA 2021

Iacoangeli – ROMA DOC BIANCO 2021

Ciucci – LAZIO IGT MALVASIA 2020

Emiliano Fini – LAZIO IGT LIBENTE 2019

Etruscaia – MALVASIA BIBI 2021

Cantinamena – LAZIO IGT DIVITIA 2020

Casale Vallechiesa – LAZIO IGP 2020

Eredi Dei Papi – ROMA DOC GALATEA 2020

Schiavella – ROMA DOC BIANCO PALATIO 2021

-ore 15:00 Masterclass. Presentazione dell’Associazione Albugnano 549. L’Alto Nebbiolo del Basso Monferrato, A cura di Marco Cum e dell’enologo Gianpiero Gerbi.

Vini in degustazione

Albugnano Superiore Doc 2017:

·       Orietta Perotto – Albugnano Doc Superiore “Oltre 500”

·       Pianfiorito – Albugnano Doc “Carpinella”

·       Cà Mariuccia  – Albugnano Doc Superiore “Il Tato”

·       Terre Dei Santi – Albugnano Doc

Albugnano 2018:

·       Alle Tre Colline – Albugnano Doc Superiore “Va’ Anait”

·       Roggero Bruno E Marco – Albugnano Doc Superiore

·       Mosso Mario – Albugnano Superiore Doc “Parlapà”

·       Cascina Quarino – Albugnano Doc “Eclissi”

·       Tenuta Tamburnin – Albugnano Doc Superiore

Ingresso riservato agli operatori del settore.

-ore 18:00 Masterclass. Presentazione dell’Associazione ORV – Oltre le Radici della Vite. 5 vignaioli della Doc Orvieto propongono i loro vini, con annate vecchie e nuove in comparazione: Palazzone, Cantine Neri, Tenuta Le Velette, Madonna del Latte e Sergio Mottura, a cura di Giovanni Dubini e Marco Cum.

Vini in degustazione:

Orvieto doc delle cantine sopra indicate delle annate: 2021/2019, + 5 vecchie annate scelte dai produttori.

-ore 20:00 Chiusura banchi di assaggio

Lunedì 23 maggio 2022

-ore 11:00 Apertura banchi di assaggio

-ore 12:00 Masterclass. Piwi International presenta i vitigni resistenti. Vini PIWI, viticoltura sostenibile con vitigni resistenti ai funghi: ecologici, economici, innovativi. Verranno raccontate le varietà resistenti, per una viticoltura di qualità e sostenibile: come vengono costituite le varietà resistenti (breeding); storia delle varietà resistenti, un viaggio lungo 150 anni; legislazione sulle varietà resistenti;  le principali varietà resistenti utilizzate, caratteristiche e diffusione; le associazioni Piwi in Italia e nel mondo; vantaggi, criticità e possibili sviluppi futuri (cisgenesi e genoma editing). A cura di Marco Cum e il Presidente di Piwi International Alexander Morandell.

Vini in degustazione:

Bianco Frizzante IGT Veneto Hoopa BIO Vegan Azienda Pizzolato

M’ama – Azienda  Albafiorita

“Naran” Johanniter Metodo Classico 2018 – Azienda Pravis

369 – Azienda  Ca’ da Roman

Orange Souvignier Gris – Azienda La Filanda de Boron

Souvignier Gris – Azienda Gentili

Sauvignon Nepis – Azienda Le Carline

Planties Weiss – Azienda St. Quirinus

Muscaris Alto Adige – Azienda Santerhof

Rebellis Orange Wine – Azienda Giannitessari

Resilliens Rosso Cuvée – Azienda Le Carline

Robustus Cuvèe – Santerhof

-ore 15:00 Masterclass. Verticale Storica Frascati Riserva Superiore Luna Mater Fontana Candida. Dalla prima annata prodotta ad oggi. A cura di Saula Giusto e dell’enologo Mauro Merz.

Il nome Luna Mater evoca genesi, procreazione. Interpreta simbolicamente la nascita, ma anche la rinascita della cantina e il recupero della grande tradizione vitivinicola del territorio. Viene prodotto da vigneti di età media di oltre cinquant’anni, grazie ad una selezione rigorosa in vendemmia, manuale e cadenzata, basata sul perfetto grado di maturazione di ogni vitigno che ne compone il blend.

Vini in degustazione:

Annate 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018, 2019, 2020.

-ore 17:00 Masterclass. I grandi vini della Georgia, ancestrali, affascinanti, unici.

A cura di Saula Giusto e Tamar Tchitchiboshvili, che collabora con l’Ambasciata della Georgia per la distribuzione di vini georgiani in Italia.

L’evento si è svolto con la presenza di sette produttori georgiani e di alcune importanti personalità:

l’Ambasciatore della Georgia, il Sig. Constantine Surguladze;

il Primo consigliere, Sig. Davit Gomarteli;

il responsabile delle pubbliche relazioni e del marketing department della National Wine agency of Georgia, il Sig. Mate Liluashvili.

Un’occasione per scoprire vini la cui memoria e storia si perde nella notte dei tempi. Si pensi che il recente ritrovamento di alcuni reperti archeologici che testimoniano la produzione del vino in Georgia, risale a circa 8000 anni fa. Grazie al racconto in prima persona di alcuni produttori georgiani presenti in sala, alla proiezione di alcuni contenuti media ed alla degustazione dei vini, avremo l’opportunità di conoscere meglio questo antico territorio.

Vini in degustazione:

1. Rkatsiteli di Tika Wine

2. Rkatsiteli di 8millenniumm

3. Kisi di Brother Khutsvshvili

4. Rkatsiteli & Khikhvi blend di Batsashvili Wine

5. Kviriashvili wine yards

6. Aleksandrouli di Libe Wine

7. Saperavi di Qvevri wine Nareklishvili

8. Saperavi  Khashmi di Andrea’s Gvino

 

Saula Giusto – Responsabile Ufficio Stampa, Comunicazioni e Relazioni Pubbliche – tel. 3932854426

info@romawinexperience.com; saulagiusto@gmail.com

Marco Cum e staff di Riserva Grande

La Cultura della qualità per un viaggio nel mondo del vino e oltre…

tel 339.6231232 – eventi@riservagrande.com – www.riservagrande.com

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button