Vini e Ristorazione

Premiati gli autoctoni di Cantina Ramaddini

La Guida “ViniBuoni d’Italia” nell’edizione 2022 ha inserito ben cinque etichette dei Vignaioli a Marzamemi. Si annunciano vini interessanti anche dalla vendemmia appena conclusa.

La Cantina Ramaddini ha ottenuto nuovi riconoscimenti con ben cinque etichette del suo parterre enologico, tutte provenienti da vitigni autoctoni. La Guida “ViniBuoni d’Italia”, infatti, ha inserito nell’edizione 2022 i seguenti vini Ramaddini: Note Nere 2019 Nero d’Avola Noto DOC (****), Al Hamen 2019 Moscato Passito di Noto DOC (***), Patrono 2017 Nero d’Avola Riserva Noto DOC (***), Nassa 2020 Grillo DOC Sicilia (***) e Perla Marina 2020 Spumante Brut Moscato di Noto DOC (**).

Tutte le etichette selezionate sono state premiate ed inserite come produzioni da vitigni autoctoni, spirito che contraddistingue l’essenza stessa della Guida del Touring Club Italiano. I Vignaioli a Marzamemi, guidati da Carlo Scollo, non sono nuovi a questo tipo di riconoscimenti. Solo per citare i più recenti, infatti, sono di qualche settimana fa le medaglie assegnate dalla prestigiosa rivista internazionale Decanter con i suoi World Wine Awards 2021, con protagonista Al Hamen Passito di Noto Doc 2019. Poi, è stata la volta di 5StarWines – the Book 2022 “Wine Without Walls”, la selezione di vini organizzata da Veronafiere: anche questa nel 2022 avrà al suo attivo Al Hamen 2019.

 

“Queste belle notizie e – commenta il vignaiolo Carlo Scollo – i tanti riconoscimenti ricevuti, ultimi in ordine cronologico quelli di ViniBuoni d’Italia, ci hanno tenuto piacevolmente compagnia per tutto il tempo della nostra vendemmia ed oltre.  Al di là di premi e medaglie, siamo davvero lieti che vengano riconosciuti gli sforzi del nostro lavoro, che si traduce ogni giorno in amore e dedizione per il nostro territorio”.

 

La scelta attuata anni fa da Cantina Ramaddini è stata quella di produrre interamente in biologico, di mettere tra le proprie priorità il rispetto della natura e del proprio sito, riconosciuto tra i più belli e affascinanti del Mediterraneo. Siamo nel borgo marinaro di Marzamemi, nel siracusano, con i vigneti che digradano dalle campagne verso il mare e si estendono fino a Noto, la capitale del barocco siciliano.

 

Qui i vignaioli di Ramaddini hanno concluso una vendemmia 2021 molto interessante, caratterizzata da un’estate davvero torrida ma che non ha intaccato la qualità delle uve. Sono stati già raccolti moscato, syrah, cabernet, chardonnay, grillo, catarratto e nero d’Avola e sono iniziate le fasi di lavorazione in cantina.

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button