Stile e Società

Per la Torre dei Modenesi ventimila euro

L’iniziativa promossa lo scorso novembre dalla storica azienda modenese Caffè Molinari per la ricostruzione della Torre dei Modenesi di Finale Emilia, andata quasi completamente distrutta dal sisma del 2012 si è conclusa.

Il 30 maggio 2014 la somma raccolta dalle vendite a 4 euro di tazzine da caffè di colore bianco, sulla quale è riportata, stilizzata, l’immagine dell’orologio della Torre, è stata consegnata al sindaco Fernando Ferioli.

In 6 mesi sono stati venduti 981 set da sei pezzi e 6.300 tazzine singole. Un risultato frutto di una catena di solidarietà che ha visto la partecipazione di persone in Italia e all’estero, attraverso i bar e i ristoranti partecipanti all’iniziativa.

Iniziativa che ha suscitato interesse in tutta Italia, dalle province più vicine come Bologna, Parma e Ferrara a quelle più lontane come Brescia, Como, Milano, Latina e Roma, ma ha valicato anche i confini nazionali, in una catena di solidarietà al di sopra le aspettative.

«Abbiamo potuto raccogliere 15mila euro ai quali abbiamo deciso di aggiungerne altri 5mila, il nostro modo per dire a tutti ‘grazie per averci aiutato’» ha sottolineato Giuseppe Molinari, direttore generale dell’omonima azienda, in occasione della cerimonia di consegna della somma raccolta.

«Non ci sono parole – ha detto a sua volta il sindaco di Finale Emilia – per esprimere la gratitudine che dobbiamo all’azienda, ai suoi dirigenti e a tutti coloro che hanno acquistato le tazzine. Sono passati due anni da quel terribile maggio e il nostro impegno è ancora rivolto ai servizi essenziali, alle case dei cittadini e alle loro aziende, ma non abbiamo dimenticato la nostra identità storica. In particolare, per quanto riguarda la Torre il progetto di ricostruzione è in fase avanzata, anche se non si possono fare ipotesi sui tempi di ricostruzione».

Un ringraziamento particolare inoltre è andato al Consorzio il Mercato e al Bar Stadio di Modena che a metà aprile hanno organizzato il rush finale per la vendita degli ultimi cento pezzi disponibili.

Non sono mancate le curiosità: il London Bar di Roma e il ristorante Le Bon Bec di Lodi sarebbero i due locali con il maggior numero di vendite di servizi da caffè.
Il progetto “Caffè Molinari Loves Emilia” è nato per non dimenticare quei terribili momenti e sostenere i finalesi nel recupero di un simbolo che appartiene all’intera comunità.

Maura Sacher

Nella foto: Fabrizio Mengoli, Giuseppe e Emilio Molinari, Fernando Ferioli, Massimiliano Righini


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button