Oscar londinese a Ruben Larentis, l’enologo di casa Ferrari

Oscar londinese a Ruben Larentis, l’enologo di casa Ferrari

Print Friendly, PDF & Email

Pioggia di allori a Londra per le Cantine Ferrari. La casa spumantistica trentina ha trionfato al The Champagne & Sparkling Wine World Championships.

La più importante competizione internazionale dedicata al mondo delle bollicine.

A contendersi i prestigiosi riconoscimenti londinesi sono ogni anno le più famose “maison” spumantistiche del mondo.

Quest’anno la giuria ha proclamato le Cantine Ferrari “Sparkling Wine Producer of the Year 2019”.

Grazie all’incredibile numero di medaglie d’oro, ben 15, conquistate nelle varie categorie da altrettanti Trentodoc. All’enologo trentino Ruben Larentis è stato attribuito l’Oscar alla carriera. 

Il trionfo londinese è completato dai riconoscimenti assegnati al Ferrari Perlé Rosé Riserva 2013, proclamato World Champion nella categoria Rosé. Ferrari Perlé Nero Riserva 2010 vincitore assoluto nella categoria Blanc de Noirs a coronamento di oltre quarant’anni di esperimenti e vinificazioni con il vitigno più ostico. Ma anche più blasonato del pianeta: il Pinot Nero.

    “È stato un momento di grande emozione e orgoglio per le Cantine Ferrari”  dice Matteo Lunelli, presidente e amministratore delegato del Gruppo. La responsabile della comunicazione e rapporti esterni Camilla Lunelli presenti alla Merchant Taylors’ Hall di Londra.

Emozionato anche l’enologo Ruben Larentis, lo “chef de cave” nonchè direttore tecnico della maison di Ravina che ha ricevuto il “Lifetime Achievement Award”. 

Un premio meritatissimo che rende onore al prezioso lavoro che Ruben Larentis porta avanti da oltre trent’anni con passione e professionalità.

Prima con Mauro Lunelli e oggi con Marcello Lunelli, vicepresidente del Gruppo. 

Sessant’anni, trentino, diplomato con il massimo dei voti all’Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Ruben Larentis è entrato alle Cantine Ferrari nel 1985.

Ha saputo raccogliere il testimone da un grande maestro, Mauro Lunelli, per quarant’anni l’enologo principe di Casa Ferrari.

Nel 1972 ha creato la Riserva del Fondatore, il mitico Giulio Ferrari e, a fianco di Marcello Lunelli, ha lanciato sul mercato alcune etichette esclusive.

Riserva Lunelli ad esempio. Non a caso già nel 2010 era stato incoronato “Enologo dell’Anno” dal Gambero Rosso.

“Questo riconoscimento londinese – ha commentato Ruben Larentis – è per me particolarmente significativo sia per la sua portata internazionale.

Perché si accompagna ad un risultato straordinario per i vini a cui mi dedico, anima e corpo, da 34 vendemmie.

Premia un sistema di lavoro che mira sempre all’eccellenza e una squadra che si distingue per passione, capacità, cultura enologica.

E proprio al team che mi affianca ogni giorno va la mia riconoscenza. Dedico il premio a mia moglie e a mia madre: è il mio modo di ringraziarle per la loro silenziosa presenza”.

 The Champagne & Sparkling Wine World Championships deve la sua importanza e il suo prestigio soprattutto all’autorevolezza del suo fondatore, Tom Stevenson.

Stevenson è autore della Christie’s World Encyclopedia of Champagne & Sparkling Wine  di cui è appena uscita la quarta edizione.

Realizzata con il prezioso supporto di Essi Avellan, anch’essa grande esperta di bollicine e membro della giuria di The Champagne & Sparkling Wine World Championships.

Questi risultati confermano una volta di più l’importanza crescente delle bollicine italiane nel panorama dell’enologia mondiale e il ruolo di eccellenza delle Cantine Ferrari.

Fondato su una tradizione ultrasecolare, un territorio di grande vocazione e l’impegno e la passione di una squadra coesa e in grado di esprimere grandi talenti.

In alto i calici. Prosit. (GIUSEPPE CASAGRANDE)

About The Author

Related posts