Notizie Italiane

Non si Fermano le telefonate intimidatorie per il pagamento di bollettini

In tempo di  Corona virus gli sciacalli non si fermano mai, pubblichiamo questo comunicato che ci sembra un assurdità contro i cittadini Italiani.

I Cittadini devono uscire e pagate in massa o posticipare e restare a casa?

 

Continue chiamate telefoniche da parte di operatori per spingere le persone ad uscire di casa e pagare bollettini vari. In questi giorni di difficoltà a cui è chiesto ai Lombardi di restare a casa, molte famiglie vengono bombardate di telefonate da parte di operatori per provvedere al pagamento delle rate di Marzo di finanziamenti di credito al consumo, bollettini, fatturazioni di vario genere.

In alcuni casi chi operatori al telefono si rivelano estremamente aggressivi, indicando tutte le potenziali penali, in cui il cliente può ricadere, se no provvedesse immediatamente al pagamento. In certi casi non comunicano nemmeno l’azienda per cui lavorano, ma si limitano ad indicare che la chiamata è per  “Informazioni Urgenti” o “Informazioni personali”, creando ulteriore apprensione in questi tristi giorni.

Tali operatori spingono le persone ad uscire di casa per provvedere al pagamento presso Banche oppure Uffici Postali, ma in molte realtà del Bresciano Bergamasco e Cremonese, questi servizi non presenti nel Comune di Residenza, costringendo i cittadini ad andare in altri Paesi vicini, contravvenendo al mancato rispettando dei Decreti del Presidente del Consiglio e del Presidente della Regione Lombardia, accalcandosi presso Banche o Uffici postali.

In un caso ci è stato spiegato che nonostante la persona si trovasse in quarantena, è stata comunque  pressata affinchè  risolvesse il problema .

Si richiedono agli organi competenti chiarimenti in merito. E’ corretto che le persone soprattutto anziane si riversino in massa presso banche ed uffici postali a pagate detti bollettini, oppure è da rispettarsi la richiesta di rimanere in casa?

 

Comitato Spontaneo Cittadini Lombardi.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button