Curiosità

Mirto nel Consiglio Nazionale delle Città del Bio

Il vice sindaco Luigi Ialuna rappresenterà il piccolo borgo del messinese. L’elezione in occasione dell’Assemblea nazionale dell’Associazione che si è svolta a Torino nell’ambito del Salone del Gusto.

 

Mirto, comune in provincia di Messina, ha partecipato per la prima volta all’Assemblea nazionale dell’Associazione Città del Bio che si è svolta a Torino in occasione del Salone del Gusto. Il vice sindaco Luigi Ialuna è stato eletto dall’Assemblea nel Consiglio Nazionale delle Città del Bio.

 

“Un incarico importante, per certi versi inaspettato – ha dichiarato Luigi Ialuna – perché Mirto soltanto da pochi mesi è diventato socio, ma che mi vedrà impegnato da subito nel sostenere la costituzione di un Bio-Distretto nel territorio dei Nebrodi con l’utilizzo del Marchio Italia del Bio, registrato e protetto a livello internazionale, di proprietà di Città del Bio”.

 

L’Associazione è un sodalizio che unisce oltre 250 comuni e regioni che condividono la scelta di promuovere l’agricoltura biologica, intesa sia come modello colturale sia come progetto culturale. Il comune di Mirto ha partecipato al Salone del Gusto con i propri prodotti di eccellenza.

Il suino nero e la provola dei Nebrodi con olio bio di minuta, tutti presidi Slow Food, delle aziende agricole di Mirto (la Paisanella e Nebros) sono stati apprezzati da giornalisti, operatori ed amministratori che hanno visitato lo stand delle Città del Bio all’interno del Parco Valentino.

 

L’Associazione ha già promosso a  livello nazionale, come soggetto attuatore e con importanti risultati, la costituzione dei BioDistretti del Suol D’Aleramo e Terre del Giarolo, territori prevalentemente agricoli in cui si valorizza l’agricoltura sostenibile, la tutela dell’ambiente e del paesaggio, la cultura locale e un turismo di qualità.

 

“Mirto insieme ad altri comuni siciliani – ha sostenuto Antonio Ferrentino presidente dell’Associazione Citta del Bio – avranno un ruolo importante in questa fase per promuovere i Bio Distretti in Sicilia e la cultura del territorio inteso come spazio abitato da una comunità con la sua identità ed i suoi saperi e le attività economiche legate al mondo dell’agricoltura”.

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button