Agenda

Longarone, mostra internazionale del gelato

Longarone, mostra internazionale del gelato

Longarone, mostra internazionale del gelato
Dal 28 novembre all’1 dicembre quattro giornate per gli appassionati del gelato con la Mig, ovvero la Mostra Internazionale del Gelato Artigianale che avrà luogo a Longarone Fiere Dolomiti  nel Bellunese (ingresso riservato agli operatori del settore) giunta all’edizione numero 61. Si tratta di una manifestazione che riunisce tutti i migliori gelatai del mondo e sarà anche occasione per degli incontri sulle problematiche che attraversano i gelatai in tutto il mondo. Alla rassegna, che e’ tra le piu’ importanti a livello europeo, partecipera’ anche l’ azienda Emendatori&Vayra 1905 che presenterà un progetto innovativo che partirà tra qualche mese e che e’ stato sviluppato.nella fabbrica di Ferrara che si trova nell’area artigianale.

Longarone, mostra internazionale del gelato
Longarone, mostra internazionale del gelato

La storia di Vayra inizia  nel lontano1905 in via delle Pescherie Vecchie,  dove, all’interno di un piccolo negozio, il progetto di Mario Vayra  prende forma attraverso la produzione di sciroppi, coni e semilavorati per gelato.

Negli anni ‘70 la società trasferisce la propria sede fuori dal centro città e  accomodare un nuovo ramo aziendale, quello dedicato alla commercializzazione di macchinari e arredamenti di settore.

Negli ultimi anni Vayra 1905 ha iniziato un processo di rinnovamento della sua immagine e dell’intera gamma di prodotti del suo catalogo. Questa “rivoluzione gentile” ha inizio grazie a un gruppo di giovani imprenditori che ha saputo intuire il valore della tradizione accumulata in oltre un secolo di attività.

Vayra 1905 e’ entrata nell’orbita di Giordano Emendatori, un imprenditore riminese che possiede una tenuta agricola a San Clemente nel Riminese, vigneti in Sardegna, hotel a Firenze e  sul Canal Grande a Venezia e il “Marchio gelatieri” acquisito dalla Pernigotti. 

Dalla Dreidoppel – Gelatop, storica azienda tedesca, fanno sapere che verranno in fiera presentando ben tre novità, Pronto Multi Frutti, Pistacchio 100 e Vanilla Bourbon. Per loro venire a MIG 2021 rappresenta un incontro da celebrare, ma anche “finalmente uno scambio professionale e un ricongiungimento con colleghi e compagni”.

 

Dal 28 novembre all’1 dicembre quattro giornate per gli appassionati del gelato con la Mig

 

Ulteriori novità ad arricchire la manifestazione, riguardano la presenza di uno stand esclusivo per il gelato vegano e una linea di gelato sviluppata a posta per i nostri amici a quattro zampe. Il tema conduttore di questa MIG sarà la Sostenibilità ambientale, declinata in tutti quegli aspetti che coinvolgono una gelateria.

La Regione Veneto sarà presente alla manifestazione al Padiglione D con un proprio stand di 180mq all’interno del quale ospiterà i Gelatieri Veneti che proporranno per l’occasione il Gelato Artigianale Made in Veneto. La Regione e l’Associazione hanno infatti da sempre l’obiettivo di mantenere viva l’importanza di un gelato di qualità prodotto secondo le modalità tradizionali riconosciute dalla filiera della gelateria con l’impiego non solo di prodotti naturali e biologici legati al territorio, ma soprattutto delle eccellenze agroalimentari del Veneto. Il risultato di tali produzioni tipiche regionali rappresenta, pertanto, un’offerta di qualità, che grazie ai gelatieri veneti sono apprezzate e conosciute in tutto il mondo.

 

Dal 28 novembre all’1 dicembre quattro giornate per gli appassionati del gelato con la Mig

 

In linea con tale principio di originalità i gelatieri, che aderiscono al marchio Gelato Artigianale Veneto e che saranno presenti nello stand regionale, proporranno all’interno di quest’ultimo nuovi gusti gelato, utilizzando le produzioni tipiche e peculiari del Veneto. Il fine ultimo è quello di valorizzare e promuovere, attraverso il gelato, la tradizione del ricco e diversificato patrimonio enogastronomico e, di conseguenza anche, il patrimonio storico-ambientale e l’originalità della cultura veneta.

Dopo l’inaugurazione di domenica 28 novembre, nelle giornate di lunedì 29 e martedì 30 saranno presentati ai diversi operatori del settore 15 nuovi gusti realizzati dai gelatieri dell’Associazione Gelato Veneto: Renzo Ongaro, Stephan Buosi, Andrea Reato, Jacopo Braggion, Mauro Crivellaro e Vittorio Pasquetti. Grandi novità quindi legate al dolce freddo e al territorio, e non poteva essere diversamente vista la partecipazione attiva all’organizzazione di Fausto Bortolot, cofondatore dell’Associazione e Presidente onorario della MIG.

I nuovi gusti gelato saranno creati grazie alla collaborazione con le Associazioni e i Consorzi di tutela dei Prodotti tipici e di qualità del Veneto che hanno fornito i propri prodotti ai gelatieri del Gelato Artigianale Veneto. I loro rappresentanti saranno presenti all’interno dello stand della Regione Veneto per promuovere un Gelato di Qualità realizzato con l’eccellenza dei prodotti regionali. Tra questi riconosciamo, per i vini il “Consorzio Tutela Vini Colli Euganei” che propone il Fior D’Arancio DOCG Spumante e Passito e il “Consorzio di tutela del Vino Friularo di Bagnoli DOCG; per i formaggi il “Consorzio Formaggio Piave DOP” e l’“Aprolav-Associazione Produttori Latte Veneto” con il Morlacco del Grappa; e ancora il “Consorzio del Radicchio di Treviso IGP”. Per gli altri prodotti tradizionali veneti distinguiamo invece l’“Associazione Patata Americana Dolce di Anguillara Veneta”; la “Proloco Mandorlato Cologna Veneta”; la Zucca del Delta del Po fornita dall’Azienda Agricola Zecchin Silvestro di Loreo (RO). Altre produzioni di aziende agricole private del territorio, come il miele di barena, la ricotta di Caorle, le more di laguna, la noce feltrina, la focaccia veneta, il liquore di marasche, farina di castagne e composta di marroni.

A  causa della pandemia da Covid-19 e delle diverse restrizioni imposte, quest’anno, l’accesso al padiglione della Regione Veneto è riservato solo agli operatori del settore.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button