Le studiano tutte, anche l’abbinamento vino e segno zodiacale pur di fare pubblicità

Le studiano tutte, anche l’abbinamento vino e segno zodiacale pur di fare pubblicità

Print Friendly, PDF & Email

Capita che, da una informazione che si legge sui giornali o in Internet o arriva alla casella di posta come comunicato a fini di pubblicità, si venga ispirati a farne una “notizia” andando un po’ più a fondo.

È il caso dell’abbinamento di vino ai caratteri dei segni zodiacali. Basta digitare in rete «vino e segno zodiacale» e appare un lungo elenco di siti e blog che propinano abbinamenti.

Un’accurata lettura di alcuni e una carrellata qua e là fanno scoprire che, se da un lato è vero che le principali, generiche, caratteristiche dei segni zodiacali sono sufficientemente affidabili, stando alla serietà di chi li studia, dall’altro viene espressa un’opinione. Opinione che riteniamo rispettabilissima, ma spesso ha il sapore di un “orientamento”.

Dietro a titoli del tipo: ad ogni segno il suo vino, l’Oroscopo del vino, vini e zodiaco, o di che vino sei?, oppure del tenore: se conosci il tuo amico regalagli il vino del suo segno e lo farai felice, si nasconde spesso una evidente pubblicità a bottiglie in catalogo di qualche grossa società che ha interesse nelle vendite, giacché viene scritto nome e cognome di ogni bottiglia abbinata ad un segno.
Nei migliori dei casi, voglio credere che l’accostamento eno-zodiacale sia un’opinione derivata dal gusto personale dei redattori o delle redattrici.

Tanto per dare qualche esempio, a caso, entrando nei particolari.
Per i nati sotto il segno dei Pesci, sensibili e con spirito di sacrificio, va bene qualcosa di dolce e delicato, magari un Moscato, anche in bollicine, e per i nati sotto il segno dei Gemelli, dal carattere di mille sfaccettature, sono indicati vini che in cui «possono riconoscere una doppia anima: prima leggero e fresco poi sempre più intenso e fruttato», come potrebbe essere uno Chardonnay Siciliano.
Per il Leone sempre Champagne (o comunque un vino raffinato), perché ama primeggiare, mettersi in mostra, è uno sempre sopra le righe, fiero e grintoso, sa cosa vuole e vuole (secondo gli “esperti”) un’etichetta dal gusto forte, quasi selvaggio, e gradirebbero anche un Primitivo di Manduria.
Per gli Scorpioni, definiti gli ammaliatori dello Zodiaco, magnetici e passionali, i misteriosi tra gli amici, generalmente prediligono quelli intensi e profondi, che conquistano al primo assaggio, è indicato un Prosecco Doc tra i più sofisticati delle Cantine della zona.
Per l’Acquario, segno creativo, frizzante, d’ottima compagnia, qualcuno su cui contare anche sul lavoro per lo spiccato senso del dovere, il vino perfetto sarebbe il Prosecco.

Ora, è forse appena il caso di notare che, a parte abbinamenti zodiacali a vini robusti e corposi o a quelli più delicati e morbidi, sia bianchi sia rossi, scelti tra Nord e Sud della Penisola, prevale nelle dotte analisi la preferenza per le bollicine.

Sarà forse vero che i vini spumantati vanno per la maggiore nel mercato, almeno è ciò a cui tende il mercato dell’esportazione nel settore vinicolo.
Tuttavia a me che sono Leone ed orgogliosamente italiana lo Champagne proprio è indigesto, le bollicine nostrane le apprezzo sebbene al loro posto gradisco di gran lunga un Primitivo di Manduria, ma anche un Cabernet del Collio.

Maura Sacher

About The Author

Related posts