Vini e Ristorazione

Le Cantine Ferrari vincono la decima edizione del “Premio 2020 di Padre in Figlio”

L'Azienda trentina prescelta assieme al Pastificio Rummo di Benevento.

L’Azienda trentina prescelta assieme al Pastificio Rummo di Benevento.

Capacità di reazione, pro-attività e resilienza – soprattutto in un anno così complesso –

sono gli elementi principali che la giuria del “Premio di Padre in Figlio” ha valutato per

decretare le Cantine Ferrari (Ravina di Trento) vincitrici della decima edizione del Premio, insieme al Pastificio Rummo di Benevento.

Un vero e proprio Oscar. 

Altri fattori di successo dell’azienda trentina, citati nella motivazione della Giuria,

sono la realizzazione di prodotti eccellenti con riconoscimenti in Italia e nel mondo, la

crescita in business sinergici anche tramite acquisizioni e il fatto di coniugare la guida

di una famiglia imprenditoriale con una forte apertura a manager esterni.

Annunciato giovedì scorso con una cerimonia digitale, il Premio, promosso dalla Liuc

Business School, e in particolare dal Centro di Competenza in Strategic Management

e Family Business, con il sostegno di Credit Suisse, KPMG e di Mandarin Capital

Partners e il supporto de “Il Sole 24 ore”, è giunto quest’anno al traguardo

della decima edizione e si rivolge a imprenditori di aziende familiari almeno alla seconda generazione, con sede legale in Italia con un fatturato superiore a 10 milioni di euro. 

Le Cantine Ferrari sono oggi guidate dalla terza generazione della Famiglia Lunelli,

eredi di quel Bruno Lunelli che negli Anni 50 fu scelto dal pioniere  Giulio Ferrari, che non aveva figli, per proseguire con passione e dedizione il lavoro dell’azienda che aveva fondato nel 1902 a Trento e che già all’epoca rappresentava un punto di riferimento per le bollicine italiane.

Innovazione, culto ossessivo per la qualità e forte legame con il territorio sono ancora

i valori fondanti delle Cantine Ferrari e del gruppo, il Gruppo Lunelli, che a partire

dagli anni Ottanta ha affiancato a Ferrari altri marchi dell’eccellenza del bere italiano.

Questa importante eredità è portata avanti oggi da Matteo, Presidente e amministratore Delegato, Marcello, Enologo e Vicepresidente, Camilla, Direttore della Comunicazione e delle Relazioni Esterne e Alessandro, Direttore dell’Ufficio Tecnico di Ferrari e Amministratore Delegato di altre aziende del Gruppo, insieme a un team di manager coeso e grande professionalità.

In alto i calici con le bollicine Ferrari, naturalmente, sponsor ufficiale quest’anno per i prossimi tre anni del circuito automobilistico di Formula 1. 

(GIUSEPPE CASAGRANDE)


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button