Stile e Società

La rivoluzione futura dei gusti in tavola, secondo recenti indagini

Un’agenzia di comunicazione ha condotto uno studio su alcune testate internazionali con la finalità di indagare gli orientamenti di gusto, dopo un anno di esperienza di “food delivery” nel lockdown, che peraltro gli “esperti” ritengono aumenterà in maniera esponenziale anche nel 2021, e tesi a rivoluzionare la nostra tavola.

Secondo indagini condotte da Innova Marketing Insights e pubblicate su «Food Industry Executive», nel post pandemia ci sarà un’impennata di consumi legata ai cibi a base vegetale e furoreggerà la pratica del “foraging”, ovvero il raccogliere vegetali che crescono in boschi e lungo i fiumi. Inoltre, aumenterà la richiesta di cibi ad alto contenuto di vitamina D, magnesio, probiotici; 3 consumatori su 5 sono alla costante ricerca di alimenti che possano impattare in maniera benefica la salute mentale e garantire una migliore qualità del sonno.

Il boom del biologico avrà una crescita miliardaria entro il 2025, sostiene una recente ricerca americana dell’International Food Information Council, pubblicata su «Forbes», da cui emerge come il 54% dei consumatori abbia deciso di adottare un’alimentazione più sana nel 2020 rispetto a dieci anni fa, prediligendo cibi biologici.

Sempre più spazio sulle tavole avranno anche i super-frutti dell’Amazzonia come buriti e camu-camu, alimenti ricchi di vitamina A e C, e minerali come ferro e calcio, considerati utili per restare in forma e rinvigorire il benessere mentale messo a dura prova dai periodi di clausura pandemica.

Inoltre, come ci si poteva aspettare, i cibi del futuro saranno a base di insetti, fonte di proteine più sostenibili e dall’alto valore nutrizionale, sdoganati dalla European Food Safety Authority. Da una ricerca di Dealroom pubblicata su «Bloomberg» è infatti emerso come si tratterà di un business che supererà i 4,1 miliardi di dollari entro il 2025. Gli insetti nel piatto non saranno più un tabù e diventeranno una delle principali portate del 2021, grazie alle loro proprietà nutritive e al basso impatto ambientale.

Secondo la testata americana «Glipsecorp» il nuovo anno vedrà il ritorno dei “climatariani”, coloro che seguono una dieta per combattere il cambiamento climatico. Nell’emergenza sanitaria sembra sia aumentato il desiderio, da parte dei consumatori, di ricercare alimenti che possano avere un impatto benefico sul cambiamento climatico, preferendo tutto ciò che possa andare contro le emissioni di CO2 nella produzione, nel packaging e nella distribuzione dei cibi.

Quindi, spazio anche al packaging alternativo alla plastica che, secondo una ricerca di Market Allied Research, aumenterà del 12,4% entro il 2022.

E ancora, secondo una ricerca riportata da «Today», saranno emergenti cibi creati con l’intelligenza artificiale; startup e multinazionali inizieranno ad avvalersi di macchine e robot per digitalizzare la catena alimentare.

Infine mettiamo in evidenza una considerazione consolatoria, per noi scontata: un’indagine di Label Insight e Food Marketing Institute rileva che il 75% dei consumatori vorrebbe informazioni precise riguardanti l’origine dei cibi che arrivano sulla tavola, perché più attenti alla trasparenza sull’origine dei prodotti.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button