La cioccolata fa bene al cuore, se è Crimino Majani è meglio

La cioccolata fa bene al cuore, se è Crimino Majani è meglio

Print Friendly, PDF & Email

Majani, lo storico marchio bolognese del cioccolato, e la Croce Rossa Italiana hanno stretto una collaborazione per una nobile causa: un progetto di cardioprotezione, per dotare di defibrillatore tanti Centri Anziani in tutta Italia, nell’operazione “Un’Italia che aiuta”.

Majani 1796, la più antica realtà cioccolatiera italiana, affianca Croce Rossa Italiana nell’iniziativa benefica con il più classico dei suoi prodotti di punta: il Cremino Fiat, creato nel 1911, originale cioccolatino a quattro strati, con l’alternanza di pasta di nocciole e mandorle, senza zuccheri aggiunti, le cui vendite finanzieranno l’iniziativa “Dolce Soccorso CRIMINO”, che resterà attiva su tutto il territorio nazionale sino ad aprile 2019.

La confezione studiata per l’occasione è uno speciale astuccio, contenente quattro Cremini classici alle nocciole e mandorle. Per ogni scatolina venduta, attraverso tutti i punti di vendita, Majani devolverà 60 centesimi al progetto “Dolce Soccorso CRIMINO”, con l’obiettivo di contribuire, insieme alla Croce Rossa Italiana, all’acquisto di defibrillatori automatici esterni (DAE) da donare a Centri Anziani dislocati su tutto il territorio nazionale.

Una finalità importante per la quale due nomi storici come Croce Rossa Italiana e Majani 1796 mettono in campo una lunga tradizione rispettivamente di impegno umanitario e un prodotto di altissima qualità, simbolo dell’eccellenza Made in Italy.

Valore aggiunto alla campagna di promozione alle vendite nel progetto “Dolce Soccorso CRIMINO” sarà la simpatia di Lino Banfi e di Franco Oppini, tra i più noti testimonial che presteranno il loro volto all’iniziativa.

Oggi sono circa 60.000 le persone che, nel nostro Paese, muoiono ogni anno per arresto cardiaco. L’installazione di questi dispositivi, unita alla rianimazione cardiopolmonare, può fare la differenza, aumentando notevolmente le possibilità di sopravvivenza delle vittime di attacco di cuore in attesa di soccorso.
Il defibrillatore è un apparecchio salvavita in grado di rilevare le alterazioni del ritmo della frequenza cardiaca e di erogare una scarica elettrica al cuore qualora sia necessario. L’erogazione di uno shock elettrico serve per azzerare il battito cardiaco e, successivamente, ristabilirne il ritmo. Una diffusa educazione alle basilari norme di pronto soccorso tra la popolazione può concretamente salvare delle vite in pericolo, nell’attesa degli interventi sanitari professionali.

Maura Sacher

About The Author

Related posts