Curiosità

Il rosè 20/26 di Elena Walch, fresco ed elegante

Il rosè 20/26 di Elena Walch, fresco ed elegante

Il rosè 20/26 di Elena Walch, fresco ed elegante

Da qualche giorno, puntuale con l’arrivo dell’estate, è in vendita l’annata 2021: un blend di Lagrein, Merlot e Pinot Nero. Un vino fresco ed elegante

Elena Walch con le figlie Julia e Karoline

Puntuale, con l’arrivo dell’estate, Elena Walch conquista i wine lover con il suo ormai mitico Rosè 20/26. 

Un’etichetta che rispecchia anche nel nome l’amore di Elena per il dettaglio: i 20 gradi Babo di tenore zuccherino e la fermentazione in serbatoi inox ad una temperatura controllata di 26 gradi.

 L’annata 2021, da alcuni giorni nelle enoteche, si presenta in una veste nuova ed elegante.

Classificato come Vigneti delle Dolomiti IGT il “Rosé 20/26” è un vino frutto di un intrigante assemblaggio di uve Lagrein, Merlot e Pinot Nero provenienti da soli vigneti di proprietà. 

Un matrimonio d’amorosi sensi che esalta l’eleganza del Pinot Nero, la morbidezza del Merlot e la potenza del Lagrein. 

I tre vitigni vengono pressati e vinificati insieme sin dall’inizio, secondo il classico metodo “saignée”: il mosto rimane brevemente a contatto con le bucce fino a raggiungere un delicato colore rosa pallido.

mondo del vino
mondo del vino

Segue una breve maturazione in sole vasche d’acciaio che consente di ottenere un rosato fresco ed equilibrato, perfetto come aperitivo e come accompagnamento a piatti leggeri, anche vegetariani.

Colore rosa cipria brillante che ricorda i grandi rosati provenzali, il Rosè 20/26 al naso esprime un bellissimo bouquet di piccoli frutti (fragole lamponi) e una piacevole nota agrumata. Al palato è fresco, elegante e stimolante, dotato di una bella acidità e da una finale rinfrescante.

Tredici gradi di alcol, è ideale come aperitivo, mentre a tavola può essere abbinato agli antipasti, alle paste ripiene e ai piatti tipici della cucina mediterranea, di pesce in particolare.

Una storia iniziata 150 anni fa a Termeno

La storia della cantina inizia a Termeno 150 anni fa. 

Elena Walch Vigna Castel Ringberg

Già nel lungimirante segno della eco-sostenibilità ricavata dal sottosuolo in pietra naturale, la cantina è stata successivamente modernizzata e trasformata in una delle cantine private più belle e ricche di tradizione dell’Alto Adige. 

È qui che nascono i vini Elena Walch, creati ad arte dalle migliori uve seguendo un approccio sostenibile, nel pieno rispetto della natura e dell’ambiente. 

La notevole estensione dei vigneti di proprietà della famiglia contribuisce a rendere la cantina una delle più importanti di tutta la regione. 

In alto i caici.Prosit.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button