Vini e Ristorazione

I premiati di Bruxelles

Pubblicati i risultati della più grande kermesse del settore enologico che dal 1994 mette in competizione i produttori di vino in una gara senza esclusioni di colpi. L’Italia con 1226 campioni in concorso ha vinto 354 medaglie. Sicilia e Veneto le regioni che hanno fatto incetta di medaglie.

 

Ottimo piazzamento dell’Italia al Concorso Mondiale di Bruxelles che ha ottenuto 16 gran medaglie d’oro, 104 medaglie d’oro e 234 medaglie d’argento; al primo posto la Francia con appena 17 gran medaglie d’oro. Il mondo del vino italiano può essere orgoglioso della prestazione ottenuta nella più grande kermesse del settore enologico a livello mondiale.

 

Fra le regioni italiane più premiate, al primo posto la Sicilia con 5 gran medaglie, segue Veneto, Piemonte, Abruzzo e Molise con 2 gran medaglie ciascuno. Fra le cantine d’Italia che hanno conquistato il maggior numero di gran medaglie d’oro, l’Azienda agricola Milazzo, Terre della Baronia, di Campobello di Licata (Ag), con 2.

 

Il Concorso Mondiale di Bruxelles nato nel 1994, ha esteso la sua presenza a livello internazionale dal 2006, anno in cui ha deciso di abbandonare i confini del Belgio per rendere omaggio ad altri Paesi europei. Grazie alla perfetta organizzazione e alla dimensione mondiale, l’autorevolezza del Concorso è cresciuta di anno in anno.

 

L’anno prossimo il Concours Mondial de Bruxelles si sposta nel cuore della Bulgaria, a Plovdiv. L’annuncio della prossima tappa è stato dato a chiusura dei lavori svoltisi a Jesolo, alla presenza di Marin Raykov, Ambasciatore della Bulgaria in Italia, Nikolina Angelkova, ministro del Turismo, Vassil Grudev, ministro dell’Agricoltura, e i rappresentanti della municipalità di Plovdiv che hanno dato il benvenuto al Concorso sottolineando l’ospitalità bulgara e la sua lunga tradizione vitivinicola.

 

Tutti i risultati del Concorso su  http://results.concoursmondial.com/

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Piero Rotolo

Direttore Responsabile vive a Castellammare del Golfo Trapani

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button