I migliori ristoranti di tutte le guide confermano il Don Alfonso 1890 nell’olimpo

I migliori ristoranti di tutte le guide confermano il Don Alfonso 1890 nell’olimpo

Print Friendly, PDF & Email

La Liste 2020, autorevolissima classifica dei top restaurants al mondo basata sulla raccolta di oltre 600 guide e pubblicazioni attendibili e di recensioni online, incorona due volte Don Alfonso 1890: primo tra i ristoranti italiani e terzo posto in assoluto.

Un riconoscimento importante per un’eccellenza made in Italy che si tramanda da oltre un secolo, di generazione in generazione, e per una grande famiglia dall’inconfondibile identità, gli Iaccarino.

Una conferma, se mai ce ne fosse bisogno, dello straordinario lavoro svolto da Alfonso e Livia insieme ai figli Ernesto e Mario, che si prendendono cura di ciascun ospite con professionalità ed emozione per offrire l’ospitalità gourmet di Don Alfonso 1890: un’esperienza di cibo, natura, cultura e storia.

Nel “tempio della ristorazione” di Santagata Sui Due Golfi tutto è legato al territorio: la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana, la sua natura e i suoi paesaggi, e le sue tradizioni alimentari millenarie innovate con rispetto.

Il cibo è considerato come patrimonio, al pari di un’opera d’arte, che Ernesto, alla guida della cucina, desidera diffondere e tramandare, come da sempre fa suo padre Alfonso, ambasciatore della Dieta Mediterranea nel mondo per il suo impegno quotidiano per affermarne e promuoverne i principi.

Il capofamiglia è attento regista ma ha saputo passare il testimone ai figli: se Ernesto è lo chef, Mario è l’elegante padrone di sala, maestro sicuro e discreto nell’accogliere e guidare gli ospiti. Ma Don Alfonso 1890 non sarebbe un capolavoro di raffinatezza e charme senza la dolcezza e l’intelligenza di Livia che dona un garbo naturalmente elegante a questo gioiello mediterraneo.

Il doppio podio ne La Liste 2020 per la famiglia Iaccarino acquisisce un significato che va aldilà della soddisfazione nel veder riconosciuta la qualità assoluta del loro lavoro, perché contribuirà, insieme alle “succursali” di Don Alfonso a Toronto, Saint Louis, Macao e in Nuova Zelanda, portare il patrimonio della cucina del Sud Italia nel mondo.

About The Author

Related posts