Federazione Italiana Cuochi al 51° Vinitaly

Federazione Italiana Cuochi al 51° Vinitaly

image_pdfimage_print

Rinnovata la sinergia tra Fic e VeronaFiere per la gestione del ristorante “Goloso” nel padiglione Sol&Agrifood. Ai Cuochi della federazione il compito di realizzare anche il menù del prestigioso Evo Gala Dinner.

 
Per il secondo anno consecutivo la Federazione Italiana Cuochi è stata chiamata da VeronaFiere nella gestione del Ristorante “Goloso” al Vinitaly, all’interno del padiglione Sol&Agrifood, dedicato alle eccellenze dell’agroalimentare italiano. Anche per questa 51^ edizione, così, i cuochi professionisti Fic si fanno interpreti dei gusti, degli aromi e dei colori della grande tradizione culinaria italiana, mentre sul fronte dei numeri si parla già di un nuovo record di palati conquistati tra il pubblico rispetto all’anno precedente.

“È ancora presto per stilare un bilancio definitivo – commenta il presidente nazionale Fic, Rocco Pozzulo – siamo però fieri e contenti che anche per il 2017 ci sia stata questa forte collaborazione tra VeronaFiere e Fic, confermando quanto conti la professionalità dei nostri cuochi a livello internazionale e in un evento prestigioso come il Vinitaly”.

 

Coordinati dal vicepresidente vicario Fic, Carlo Bresciani, con gli interventi attivi del presidente Rocco Pozzulo, del presidente Fic Promotion, Seby Sorbello, del responsabile nazionale Eventi, Fabrizio Camer, del responsabile nazionale DSE (Dipartimento Solidarietà Emergenze), Roberto Rosati, e del presidente Unione Regionale Cuochi Lucani, Rocco Giubileo, una ventina di cuochi ogni giorno si alternano così nella cucina del “Goloso”, per preparare piatti secondo le tradizioni regionali. Protagoniste quest’anno la Lombardia, la Basilicata e la Sicilia, supportate da una decina di allievi degli Istituti alberghieri del territorio.

 

Apertura al pubblico alle ore 12,00, ma già dalle prime ore del mattino è possibile vedere i cuochi all’opera: dall’arancino al manzo all’olio, dalla sarda a beccafico al filetto farcito con mele, agli immancabili dessert, c’è la combinazione migliore dei piatti della nostra Italia. Altra grande conferma di quest’anno, la cena di gala che la Federazione Italiana Cuochi, sempre come previsto dalla sinergia con VeronaFiere, realizzerà martedì 11 aprile, in occasione di Evo Gala Dinner, l’evento gastronomico dedicato alle eccellenze delle produzioni olivicole internazionali.

 

La novità di quest’anno, rispetto al 2016 in cui furono realizzati solo l’antipasto e il dolce, è che Fic ha il compito di cucinare l’intero menù per le centinaia di invitati previsti. Contesto meraviglioso dell’evento: l’Arena, simbolo stesso della città scaligera. Il menù prevede: storione marinato agli agrumi con un gelato all’olio extra vergine di oliva; risotto mantecato con luccio alle erbe odorose e olio evo; ricciola agrumata con olio evo; per chiudere, infine, con cannolo siciliano e gelato al pistacchio.

 

Ed infine, la Federazione anche quest’anno ha organizzato la “Jam Cup”, il concorso dedicato ai futuri cuochi professionisti ed organizzato dal Compartimento Giovani Fic, guidato dal responsabile nazionale Simone Loi e coordinato dal responsabile Compartimento Giovani del Nord Est, Paolo Forgia. Obiettivo: puntare sulla formazione didattica dei giovani allievi chef facendo realizzare loro una ricetta che preveda tra gli ingredienti l’olio extra vergine di oliva, com’è giusto che sia nel contesto del Vinitaly e di Sol&Agrifood.

About The Author

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi