Info & Viaggi

Experienze siciliane

Experienze  al Cibo Nostrum. Tutto nasce dalla passione dello chef Seby Sorbello e dalla sua voglia di far conoscere  le delizie che la sua regione regala.
Cibo Nostrum parte cinque anni da Zafferana Etnea. È qui, nella stupenda struttura dell’Experia della famiglia Sorbello, che è iniziata la nostra full immersion in  queste Experienze di Cibo Nostrum 2016 cioè “la dieta Mediterranea  nel Regno delle due Sicilie”.
Tre giorni di manifestazione, con 70 giornalisti accreditati, oltre 100 chef, e tanti operatori del settore. L’apertura ufficiale è avvenuta domenica nella piazza di Zafferana dominata dalla cattedrale di Santa Maria della Provvidenza sotto la splendida luce siciliana, il mare sullo sfondo e alle spalle, maestoso, l’Etna. Saluti di rito, assaggi dei prodotti locali (immancabili i formaggi Zappalà), fritture e qualche bollicina.


Per giornalisti ed operatori del settore solo un piccolo assaggio in attesa di riempire le bianche ed eleganti sale dell’ Experia  per la cena curata dai giovani (ma già quotatissimi chef) “Tutti con la coppola” Sicilian Chefs & Friends ovvero Giovanni Grasso,  Giuseppe Torrisi,  Giuseppe Raciti capitanati da Simone Strano (chef di palazzo Montemartini a Roma).  Proposta per i numerosi invitati: arancino di alici e cipolla rossa caramellata (punteggio alto),  raviolone alla parmigiana di melanzane, ragù di moscardini, stracciatella di bufala, trancio di lampuga con zucchine, fave e acciughe e per  concludere con un Magnum Pr’estivo (da provare).  Vini Costantino, Cantine Nibali e Cantine Valenti.
Un inizio promettente che ci ha diretto verso l’intensa giornata  di lunedì 23 maggio dove Cibo Nostrum si è trasformato in “Taormina Cooking Fest- Omaggio a Aurelio Bucioni “.

Experienze, incontro di cibo e turismo. Cibo Nostrum, infatti, in questa edizione 2016 ha allargato lo sguardo creando a Taormina un grande evento con oltre 120 cuochi in divisa che  hanno accolto oltre15000 visitatori.
Mentre sul palco sulla terrazza vista mare si alternavano personalità e chef,  accanto agli eleganti negozi di Corso Umberto, la cucina italiana con i suoi preziosi ingredienti ha soddisfatto e comunicato la sua insuperabile unicità, a esperti e turisti entusiasti.
Sempre nella mattinata ben otto interessanti laboratori sul pesce azzurro tenuti da chef dei maggiori ristoranti della Sicilia.

Cena di chiusura, ma solo della giornata, con la Nazionale Italiana cuochi “N.I.C. in Tour dove il Team manager Daniele Caldarulo ha presentato il menù (non divulgabile e non fotografabile!) che sarà presentato alle prossime Olimpiadi di Erfurt in Germania. Per tutti gli altri Festa degli Chef  al Naxox Beach di Atahotel.
Non è facile riassumere nello spazio esiguo che la rete richiede,  la nostra Esperienza a Cibo Nostrum.  Noi che partecipiamo a tante manifestazioni possiamo solo dire che l’atmosfera che si respira nell’organizzazione è tra le più serene e coinvolgenti. Professionalità, efficienza e simpatia, infatti, non sempre vanno di pari passo.
Se l’ideatore dell’evento è stato il pacifico ma vulcanico Seby Sorbello, gli organizzatori attori dell’evento sono stati  l’ Associazione Provinciale Cuochi Etnei, la Federazione Italiana Cuochi, l’ Unione Regionale Cuochi Siciliani, Chic Chef, Le soste di U?idee, la Confederazione e Pasticceri Italiani, Blu Lab Academy, F.i.s, Associazione Italiana Celiachia Sicilia, Associazione Albergatori Taormina, Associazione Imprenditori per Taormina.
Possiamo chiudere consigliandovi di farvi un nodo al fazzoletto per il 2017: organizzatevi per una bella vacanza in Sicilia includendo la giornata dei 100 chef nel vostro carnet di viaggio queste Experienze di CiBo Nostrum.

 

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button