Distillati d’autore.

Distillati d’autore.

Print Friendly, PDF & Email

Distillati d’autore. Come metti piede nella distilleria Nannoni rimani inebriato. Ma non sono i fumi dell’alcol ma quelli della carica di simpatia che Priscilla Occhipinti e suo padre sprigionano. Una storia che sembra una favola, che parla di destino ma anche di professionalità estrema e di passione. Tanta passione.

distillati d'autore Priscilla Occhipinti
distillati d’autore Priscilla Occhipinti

Nessuno poteva immaginare che una donna giovane e carina potesse diventare  l’unica grande maestra distillatrice presente non solo in Italia ma anche nel mondo. Qui, nel suo regno fatto di grandi alambicchi e caldaie, nascono le migliori grappe del mondo, quelle più ricercate, quelle che si trovano tra le migliori bottiglie gustate dai potenti del mondo.
I clienti che portano le vinacce alla Nannoni grappe sono i più blasonati. Arrivano freschissime vinacce di Ornellaia, Capanna e ogni altro nettare che il mondo ci invidia. E Priscilla è lì ad accogliere questo grande regalo della natura, assaggia, ascolta e procede. Subito, perché non si perda nessun profumo. E quindi, in base a questo principio, da  Nannoni si distilla solo nel periodo della svinatura.

Quel mondo le è entrato dentro fin da bambina quando frequentava la distilleria di un amico di suo padre, Gioacchino Nannoni. Fu questo signore dall’aspetto di altri tempi ad accorgersi che la piccola Priscilla aveva intuizione e carattere da vendere. E fu così che  la scelse come sua erede.
C’è solo gioia nella voce di Priscilla mentre racconta il suo lavoro ma è suo padre (il suo grande babbo) a svelare le notti intere passate  in distilleria dormendo pochi minuti per poi correre a regolare pressione e temperatura. Ci parla e ci mostra le “invenzioni” di Priscilla capace (anche ora che è in attesa del primo figlio) di salire sulla scala per riparare e saldare un pezzo, se si dovesse presentare un problema. Perché niente si può fermare quando il processo è avviato, così le ha insegnato il suo maestro.

I distillati d’autore che Priscilla crea portano tanti  premi e  riconoscimenti ai clienti ma anche la sua grappa (ricordiamo solo l’ultimo in ordine di data quello di Bibenda 2017) è pluripremiata come  tante sono le offerte di creare e avviare distillerie in ogni parte del mondo. Ma questo angolo di Toscana (siamo ad Aratrice piccola frazione vicino a  Paganico in provincia di Grosseto) è il mondo che Priscilla aveva sognato, la casa che disegnava da bambina, i suoi distillati d’autore non possono che nascere qui.

distillati d'autore
distillati d’autore

E se “passione” è la parola che meglio rappresenta Priscilla Occhipinti e la sua azienda, grande importanza ha anche la parola “libertà”. Nessun contributo  per la distillazione perché la libertà non ha prezzo: libertà di scegliere aziende e clienti, libertà di accettare solo le migliori partite di vinacce ma anche di frutta, miele, birra, vino con cui fare eccellenza.

Non è un lavoro facile questo, le adempienze burocratiche quando si tratta di alcol sono infinite e si è sottoposti a rigorosi controlli che comunque sono una garanzia per tutti, ma la passione prevale e alleggerisce tutto. E mentre  la grappa si prepara per essere degustata l’azienda si dedica all’ospitalità per trasmettere la conoscenza di questo prodotto. La grande sala si apre e accoglie gli ospiti gratuitamente affinché si trasmetta e si parli dell’arte della distillazione a grandi e piccini. I grandi distillati d’autore abitano qui.

Roberta Capanni

 

Post source : distillati, grappa, nannoni grappe, distillati d'autore, Priscilla Occhipinti, Toscana, grossetto,

About The Author

Avatar

Vicedirettore

Related posts