Scaffale

Di terra e di cibo a Racalmuto

Proprio a Racalmuto (Agrigento) il paese di Leonardo Sciascia,  in occasione dei festeggiamenti in onore di  Maria SS. del Monte verrà presentato il libro di Salvatore Vullo, Di terra e di cibo Fra le pagine di Leonardo Sciascia con la prefazione di Carlo Petrini. images

Un volume all’apparenza snello, facile da leggere. Facile da leggere lo è, ma intenso nei concetti, spinge a riflettere, proprio perché l’autore, siciliano, profondo conoscitore della cultura della sua isola, ma soprattutto delle opere di Sciascia ne esamina la produzione letteraria alla luce delle cose contadine. E di cose contadine Sciascia era un esperto avendo lavorato per sette anni al Consorzio agrario di Racalmuto, un osservatorio sociale che gli ha permesso di comprendere la dura realtà del mondo agricolo di quegli anni e poi come maestro che lo ha avvicinato alla miseria e povertà in cui i suoi ragazzi erano costretti a vivere.  Una chiave di lettura diversa delle opere di uno scrittore politico. Nel finale un raccolta di ricette citate nelle varie opere e quelle che Sciascia stesso amava preparare personalmente con le annotazioni di Salvatore Vullo che ne spiegano gli ingredienti: panelle, sfoglio, biancomangiare e la caponata di Leonardo.

Due sono gli appuntamenti con il libro: sabato 18 luglio presso il Comune di Marianopoli (Cl), paese natale di Salvatore Vullo e domenica 19 luglio a Racalmuto.Locandina

L’autore: Salvatore Vullo, nato a Marianopoli, vive a Torino dove lavora presso l’Assessorato Agricoltura della regione Piemonte come esperto di politiche di valorizzazione dell’agricoltura. Autore di numerosi scritti, coltiva da sempre una passione per Leonardo Sciascia, che ha conosciuto personalmente e alla cui scuola civile e letteraria si sente “idealmente” formato. Si occupa delle attività dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.

 

Salvatore Vullo

Di terra e di cibo Fra le pagine di Leonardo Sciascia

Salvatore Sciascia Editore

Pagg.74 Euro 9

 

Piera Genta


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco.
Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button