Vini e Ristorazione

Davide D’Alterio Miglior Sommelier della Toscana 2017

Davide D’Alterio è stato riconosciuto Miglior Sommelier della Toscana 2017.  Appartenente alla delegazione fiorentina, Davide D’Alterio è sommelier presso la Gastronomia Galanti di Piazza della Libertà a Firenze di proprietà di un altro fuoriclasse come Andrea Galanti, Miglior Sommelier della Toscana e d’Italia 2015.
L’elezione è avvenuta sabato 3 giungo al Casone Ugolino di Castagneto Carducci durante T-Wine, il tasting dei vini della Costa Toscana che si è tenuto in concomitanza con l’inaugurazione del Musem, Museo Multimediale e Sensoriale del Vino ( di cui vi parleremo in un prossimo articolo) pensato e realizzato dall’imprenditore e designer Franco Malenotti insieme a Gaddo Della Gherardesca e allo scenografo tre volte premio Oscar Dante Ferretti.

Davide D’Alterio era alla sua seconda finale regionale ( l’ scorso anno era stato superato da Simone Vergamini, wine consultant appartenente alla delegazione di Lucca. L’appuntamento “ormai consolidato” come ha ricordato Presidente di AIS Toscana Osvaldo Baroncelli porta fortuna ai molti dei vincitori che dopo la vittoria hanno poi trovato prestigiose destinazioni che ben ripagano della fatica dello studio necessario per arrivare a tali risultati.
Successi nazionali e internazionali per i sommelier AIS che puntano a traguardi prestigiosi e che sono sempre più apprezzati e ricercati.

Il neo eletto conferma le parole del Presidente Baroncelli: “Il momento che sto vivendo è per me molto importante ma è stato fortemente cercato, ho studiato molto ma oggi la soddisfazione è così grande che tutto sommato non sembra mai abbastanza. Sono riuscito all’interno della Scuola Concorsi a conoscere persone fantastiche che oltre a essere preziosi collaboratori sono anche amici. Sicuramente questa esperienza ha accresciuto la mia autostima e mi da lo stimolo per cercare di migliorarmi sempre più e continuare a crescere. Nei progetti per il futuro c’è la voglia di fare altre competizioni ma prima di tutto di impegnarmi sempre più nel mondo del vino”.
Responsabile della Scuola Concorsi Toscana, Simona Bizzarri, non nasconde la soddisfazione nel vedere come la scuola concorsi riesca ad alimentare la passione nei ragazzi che si sono avvicinati a questa professione.
“È gratificante per me vedere le potenzialità di questi sommelier – dice Bizzarri – che attraverso il lavoro potranno ambire a traguardi ancora più ambiziosi. Intanto mi auguro ed aspetto di vederli tutti e tre a Taormina nel mese di ottobre, per provare a giocarsi le proprie chance nella finale nazionale”.

Auguriamo al neo eletto una forlgorante carriera e molti altri premi.

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button