Dal campo alla tavola, concorso fotografico per un calendario sulla cultura del cibo

Dal campo alla tavola, concorso fotografico per un calendario sulla cultura del cibo

Print Friendly, PDF & Email

Poche persone resistono dallo scattare una fotografia alle pietanze che hanno nel piatto o sulla tavola imbandita a cui si apprestano a sedere, o immortalarsi mentre puliscono il pesce o preparano una torta, per poi postare le immagini sui social network e condividere l’emozione con gli amici e con il mondo.

In fondo, “si mangia con gli occhi”, secondo un detto popolare.
È comprensibile facciano fotografie i giornalisti gourmet ed i foodblogger, giustificati dal pezzo che devono redigere, ma ora c’è un motivo in più affinché i comuni avventori siano liberi di persistere con quella che sarebbe definita mania, o più precisamente “foodporn” (in riferimento al meccanismo che scatterebbe ossia generare un desiderio lussurioso).

Con lo slogan «Dal campo alla tavola» il gruppo editoriale di quotidiani locali delle Tre Venezie ha bandito tra i propri lettori un concorso fotografico al fine di realizzare il Calendario 2019 con soggetto la cultura del cibo in tutte le sue forme e sfaccettature: dall’agricoltura alla zootecnia, dalla filiera distributiva all’educazione alimentare, dal consumo allo spreco, dai ristoranti alle cucine di casa propria.

Il concorso, avviato l’8 ottobre e aperto fino al 4 novembre 2018, è destinato a tutti i residenti del Nord-Est con due limiti: le immagini devono essere scattate nell’anno in corso e assolutamente ambientate in queste regioni.
La Direzione di ogni quotidiano si riserva di scegliere le 12 più idonee tra tutte quelle pervenute, e intanto periodicamente verranno pubblicate sui rispettivi quotidiani, sui loro siti e sui loro social.
Sono in palio dei premi in denaro spendibile presso lo sponsor Aspiag, che comprende le catene Despar, Eurospar, Interspar: 1° premio un buono spesa da 500 euro, 2° premio un buono da 300 euro e infine 100 euro per il terzo classificato.
Un premio a parte andrà alla foto più votata su facebook.

Il regolamento spiega tutto.

Maura Sacher

About The Author

Related posts