Tribuna

Convivio con oratore

A volte mi sembra di scrivere senza utilità le regolette del corretto comportamento e delle belle maniere, perché chi le conosce e le applica non ha nulla da imparare, se non affinare qualche curiosità, e chi non le conosce raramente muta atteggiamento.

Tuttavia, è confortante immaginare ci sia almeno qualcuno che ne faccia tesoro.

Oggi, ispirata da ciò che ho visto, e non è la prima volta che mi capita, mi viene voglia di spiegare come ci si deve, o dovrebbe per giusta educazione, comportare quando ci si trova ad un convivio dove, per un evento particolare, una persona prenda il microfono per rivolgere un discorso agli astanti, tutti seduti a tavola.

Questo intervento di solito avviene in due momenti del banchetto, il migliore è quello del dessert, quando i camerieri con somma discrezione sbarazzano i tavoli prima di servire i dolci, oppure all’inizio, prima dell’antipasto, quando viene portata sui tavoli innanzitutto l’acqua, non ancora il vino.

È regola di cortesia ascoltare, facendo silenzio da parte di tutti, sia si tratti di un discorso ufficiale, di un’autorità o Dinner Speech 2personalità autorevole sia si tratti di una festa nozze, pensionamento, o qualche ricorrenza, anche meno formale.
Si debbono interrompere conversazioni individuali, né queste si iniziano, né si parlotta per commentare, mentre c’è uno che parla a tutti. E si trattengono gli sbadigli.

Ci si gira a guardarlo, compatibilmente alla posizione della propria sedia, che potrebbe anche essere ruotata quel tanto che basta per posizionare il corpo e la faccia verso chi parla, ma senza far troppo scompiglio.

Durante il discorso, nemmeno si beve o si mangia, neanche se si muore di fame o il proprio posto è il più lontano nella sala o nascosto dietro una colonna.

Se poi necessita di stare in piedi, è d’obbligo adeguarsi tutti.

All’inizio di cene di certi prestigiosi Club, vengono diffuse le note dell’Inno Nazionale.
Mentre gli associati scattano, rigorosamente, in piedi, pure gli ospiti lo devono fare, attenendosi al religioso silenzio per adeguarsi alla circostanza solenne.

In buona sostanza, colui che abbia un’idea discorde e voglia manifestarla con un comportamento diverso, sappia che si dimostra un gran maleducato e un individuo asociale.

donna Maura


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button