Conosciamo vini provenienti dal territorio di Castellammare del Golfo.

Conosciamo vini provenienti dal territorio di Castellammare del Golfo.

Print Friendly, PDF & Email

Una bella degustazione in un posto incantevole Marina di Petrolo Resort & Spa.
La zona vinicola è caratterizzata da colline che vanno dai 200 metri con terreni sabbiosi fino agli 800 metri e terreni impregnati di torba.

Iniziamo con Zibibbo Secco 2018 IGT Terre Siciliane Magaddino 12°.

Bellissimo colore giallo dorato, sentori delicati ma decisi di fiori e frutta bianca, pesca, ananas, albicocca ed erbe aromatiche, intenso, persistente e molto gradevole.

Grillo Vezzo Terre di Bruca DOC Sicilia 12,5° ha un colore giallo oro intenso.

Sfumature di agrumi e banana, secco, deciso e persistente.

Segue Berlinghieri 2018 DOC Sicilia 13,5° Grillo Cantina Di Legami: ha sempre un bel colore giallo oro con riflessi verdolini. Evidenzia sentori di frutta bianca e fiori bianchi secchi, note aromatiche, vaniglia, noccioline, molto burroso.

Secco e persistente. Questi tre vini sono biologici. Passiamo ai vini rossi. Nero d’Avola 2017 Magaddino 13,5°: rosso rubino con riflessi violacei per l’aspetto visivo.

Al naso spicca la ciliegia e la frutta rossa.

Morbido, gradevole e persistente, viene abbinato con la tartare di tonno.

Syrano Syrah Terre di Bruca IGP 2018 Terre Siciliane 13,5° affinato in cemento. Amarena e pepe nero che si confermano nel palato con retrogusto dinamico e abbastanza morbido.

Terminiamo la degustazione con Perricone, o Pignatello, Berlinghieri 2017 IGT Terre Siciliane 14° affinato 50% in botte e 50% in acciaio.

Rosso rubino intenso con riflessi violacei, sentori di acciuga e pepe nero. Sapido e intenso, poderoso e molto persistente.
Umberto Faedi

About The Author

Umberto Faedi

Vicedirettore

Related posts