Punti di Vista

Cibi senza scadenza

L’Unione europea si accinge a estendere l’elenco dei prodotti esentati dall’obbligo di indicazione del termine minimo di conservazione sull’etichetta. Ancora una volta le lobby industriali determinano le scelte nei Paesi dell’Unione.

Già da tempo le lobby industriali hanno lanciato l’attacco alla sovranità alimentare dei Paesi dell’Unione, in una guerra senza quartiere, con la complicità delle Istituzioni europee. Ma sulla sicurezza alimentare dei cittadini non si scherza!

 

L’ultimo (ma non sarà l’ultimo!) attacco in ordine di tempo, quello di estendere l’elenco dei prodotti esentati dall’obbligo di indicazione del termine minimo di conservazione sull’etichetta. Detto in altre parole, magari più comprensibili, abolizione della data di scadenza dai prodotti alimentari, in barba alla garanzia di uno standard di qualità degli stessi.

 

Sapete con quale motivazione? Evitare gli sprechi alimentari; come dire cominciamo a mangiare cibi scaduti per non sprecarli. A che pro? Sicuramente non a favore dei cittadini, ma col solo scopo di aumentare i profitti delle multinazionali. Da far venire i brividi! Dov’è l’Europa dei cittadini, dov’è l’idea che ha ispirato i fondatori dell’Unione europea?

 

Non credo proprio che persone come Altiero Spinelli pensavano di costruire una federazione di Stati europei per affidare il futuro di questo Continente alle multinazionali. Proprio no.

 

Questa scelta dell’Unione è tanto più grave perché comunicata alla vigilia delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo e per il colpevole silenzio dei nostri parlamentari uscenti e dei candidati che nelle piazze strombazzano contenuti vuoti, senza comprendere il rischio che l’Europa dei cittadini sta correndo. Vedremo cosa succederà!


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Piero Rotolo

Direttore Responsabile vive a Castellammare del Golfo Trapani

Articoli correlati

Back to top button