Ci vengono in casa per decantare il latte della Baviera

Ci vengono in casa per decantare il latte della Baviera

Print Friendly, PDF & Email

Con la presenza del Ministro di Stato per l’Alimentazione, Agricoltura e Foreste della Baviera e sei esponenti di aziende lattiero-casearie bavaresi, mercoledì 13 giugno 2018 a Milano è convocata una conferenza stampa con il tema di esporre «le esperienze e i fattori di successo per conquistare il consumatore italiano».

Come se il nostro latte italiano non fosse abbastanza apprezzato dai consumatori nazionali e non si trovasse penalizzato dalle famigerate “quote” e persino succube dei perfidi decreti UE sulla legittimità dell’introduzione di latte in polvere ad uso dolciario, nonostante i rigidi parametri di controllo dei nostri organi ministeriali preposti.

Certo, ci fidiamo dei 40 mila controlli annuali sui foraggi e sulla stalle in Baviera, ma che questo evento di Milano, certamente organizzato ai tempi del Governo Renzi-Gentiloni, cada proprio in questo avvio del nuovo <blu-stellato> e con tutti gli improperi che la stampa tedesca ha dedicato al nostro Paese (pur se la Merkle ha tentato di ridimensionare).

Anche se da consumatori ammettiamo siano ampiamente apprezzabili i burri d’oltralpe, bavaresi o tirolesi, reperibili largamente nella grande distribuzione, da fautori patriottici del Made in Italy non condividiamo l’iniziativa propagandistica estera in casa nostra.

Confidiamo nel nuovo Ministro all’Agricoltura e nelle promesse sulla difesa delle nostre eccellenze agroalimentari da parte della compagine di Governo testé insidiatesi.

Maura Sacher

About The Author

Related posts