Vini e Ristorazione

Cambio di poltrone in cantina

In Toscana Donatella Cinelli Colombini succede a  Donella Vannetti alla guida della Doc Orcia in un territorio iscritto nel patrimonio dell’Umanità Unesco, area collinare nel Sud della Toscana. La Doc Orcia è nata il 14 febbraio 2000 e si estende su 13 comuni: Buonconvento, Castiglion d’Orcia, Pienza, Radicofani, San Giovanni d’Asso, San Quirico d’Orcia, Trequanda e parte di Abbadia San Salvatore, Chianciano Terme, Montalcino, San Casciano dei Bagni, Sarteano e Torrita di Siena.

 

Del Consorzio fanno parte 37 aziende 29 delle quali imbottigliano con marchio proprio. Nel nuovo Consiglio di Amministrazione della Doc Orcia si sono 8 membri: Andrea Bruni (vicepresidente) agronomo consulente di Podere Forte di Castiglion d’Orcia, Roberto Terzuoli dell’Azienda Sasso di Sole Torrenieri – Montalcino, Paolo Salviucci Cantina Campotondo di Castiglion d’Orcia, Marco Capitoni dell’omonima azienda di Pienza, Antonio Rovito dell’Azienda Val d’Orcia Terre Senesi di Castiglion d’Orcia, Gabriella Giannetti dell’azienda San Savino di Castiglion d’Orcia, Emanuele Bizzi direttore dell’Azienda agricola Trequanda e Giuseppe Olivi dell’Azienda Le Buche di Sarteano.

In Piemonte Giulio Bava, enologo, già presidente dell’Assoenologi Piemonte e Val d’Aosta,  titolare con la famiglia della centenaria Giulio Cocchi produttrice di Spumanti tra i fondatori del Consorzio Alta Langa prende il posto di Lamberto Vallarino Gancia; come vice presidente è stato riconfermato Giovanni Carlo Bussi.

Insieme al presidente è stato rinnovato anche il Consiglio d’Amministrazione che guiderà l’ente nel prossimo triennio. I consiglieri eletti per quanto riguarda le Aziende Spumantiere sono: Lorenzo Barbero (Enrico Serafino), Antonella Lanfranco (Fratelli Gancia), Andrea Macchione (Fontanafredda), Alberto Lazzarino (Banfi Piemonte), Franco Brezza (Martini & Rossi). Per la parte agricola: Giacinto Balbo, Luciano Chiarle, Piero Culasso, Gianpaolo Menotti, Egidio Bruno.

 

In Lombardia Marco Bernardi è il nuovo presidente dei Vignaioli Bergamaschi e succede al Conte  Bonaventura Grumelli Pedrocca.

Vignaioli Bergamaschi è una cooperativa agricola che riunisce attualmente 22 aziende vitivinicole e si occupa prevalentemente di assistenza alla vendita in Italia e all’estero; organizzazione di fiere e manifestazioni in Italia e all’Estero, della commercializzazione diretta dei prodotti dei soci all’estero e presso la Gdo e di assistenza tecnica.

 

Piera Genta

pieragenta@libero.it


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button