Stile e Società

Birra Pedavena sull’Arno

Birra di qualità sull’Arno. All’interno del Camping Firenze, la nuova struttura ricettiva in riva d’Arno, è stato inaugurato il ristorante Fabbrica di Pedavena Firenze. La birra Pedavena non filtrata spillata dal mastro birraio è la protagonista intorno a cui si muove questo nuovo locale. Fabbrica di Pedavena, l’unico birrificio 100% italiano, porta avanti il suo percorso di sviluppo a Firenze che come sempre, risponde con entusiasmo alle novità di questo tipo.


Il luogo in cui sorge il nuovo ristorante è un’area del Quartiere 2 che fino a pochi anni fa era considerata un po’ marginale. Grazie a questo nuovo intervento vivacità e vita tornano a portare, insieme alla clientela, italiana e straniera, sicurezza e vivibilità.
“La birra porta a socializzare – ci dicono i responsabili del birrificio- il vino porta all’intimità”. E sembra abbiano ragione; guardando lo spazio e esterno che si affaccia sulla piscina a semicerchio del camping si nota lo studio fatto per aprirsi alla socializzazion.  Uno spazio dedicato anche agli eventi, con un palco per suonare mentre l’aria che arriva dal fiume, in estate, rinfrescherà i clienti.

La birra è protagonista ed è presente in varie versioni, dalla più semplice che è anche la più difficile a farsi a quella Superior con un grado alcolico di 5,2 di solo malto d’orzo senza un cereale non maltato,. La Dolomiti non filtrata prodotta con il malto prodotto nei 90 ettari sta a maturare 15 settimane in cantina, birra difficile da produrre che essendo non filtrata e non pastorizzata deve seguire la catena del freddo ed essere consumata entro un mese.
Ancora birre la ricetta classica del 1946, la rossa o la Dolomiti doppio malto di 8° gradita dai giovani e che è adatta a un fine pasto o con un dolce.
Insieme alle birre anche carne alla brace, verdure dell’orto, croccanti pizze e gallo ruspante da agricoltura biologica. Attenzione alla genuinità dei prodotti

 

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button