Curiosità

Biodiversità e Sapori a Fivizzano riserva UNESCO

“Sapori, la Mostra Mercato dei Prodotti Tipici della provincia di Massa Carrara” è in programma a Fivizzano dal 2 al 5 giugno 2016.

Il Parco dell’Appennino-Tosco Emiliano ha ricevuto nel 2015 l’importante riconoscimento di far parte della Rete  delle Riserve ‘Uomo e Biosfera’ MaB UNESCO (Man and the Biosphere). Per celebrare questo successo, saranno messi in mostra i prodotti dell’area MaB tra Dop e Igp, che troveranno spazio all’interno della Biblioteca di Fivizzano: una carrellata di sapori per far scoprire come la storia di un territorio passi dalla tavola e dal legame che l’uomo sigilla con il suo luogo d’origine.

La 15° edizione di Sapori anche tra le vie e gli antichi luoghi di quella che un tempo, feudo dei Medici, era chiamata “Il bel cantuccio di Firenze”, esibisce i 64 prodotti dell’Area MaB, a fianco da tutte le altre specialità della Lunigiana e dei territori confinanti. Si possono assaggiare alcune specialità della Garfagnana come il pane di patate, il Biroldo (insaccato con le parti meno nobili del maiale), la Mondiola (salame tipico della zona) e il farro garfagnino, e pure i formaggi della Lunigiana, la Mortadella, i prodotti con la farina di castagne, le cipolle di Treschietto e il Miele Dop. Presenti di rito il Parmigiano Reggiano, il Cotechino e l’Aceto Balsamico di Modena e il Prosciutto di Parma e le immancabili perle enologiche della Valle di Magra, di alcune zone della Toscana e dell’Emilia.

In occasioni simili, non possono mancare spettacoli folkloristici e spazi culturali. Il Gruppo Storico di Fivizzano sarà uno dei protagonisti per tutta la durata della manifestazione, con esibizioni e sfilate per le vie del paese.

La posizione geografica di Fivizzano, incastrata tra le Alpi Apuane e -fivizzano-6-1030x773l’Appennino Tosco-Emiliano, l’ha sempre  resa un territorio particolarmente ambito, contesa tra la famiglia Malaspina e la grande famiglia de’ Medici, fino ad entrare sotto il controllo del Gran Ducato di Toscana ed essere ceduta, dopo il 1844, al Ducato di Modena, fino all’Unità d’Italia. All’interno della Biblioteca sono custoditi importanti incunaboli e l’Erbariolo Lunense.
Tra le curiosità storiche: proprio a Fivizzano, intorno al 1470, furono stampati libri con i primi caratteri tipografici italiani mobili.

Come arrivare a Fivizzano. In auto: Autostrada A15 (Parma – La Spezia): uscita al casello di Aulla e proseguire per la SS 63 del Cerreto. In treno: La Spezia-Parma con destinazione Stazione di Aulla, da qui degli autobus conducono nelle principali località della Lunigiana.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button