Notizie Italiane

Ben tornata a Novi, Pernigotti

È notizia di oggi, per bocca dello stesso Ministro del Mise che rimane a Novi la produzione della Pernigotti e non ci sarà nessun esubero, a soluzione di una vertenza che minacciava la chiusura dello stabilimento di Novi Ligure per una reindustrializzazione in Turchia.

Infatti, i proprietari sono i fratelli turchi Toksoz, una multinazionale dall’ampia gamma di interessi investiti in Europa, che nel 2013 avevano acquisito la Pernigotti (azienda dolciaria iniziata a Novi Ligure nel 1860), non intendevano cedere ad alcuna trattativa, nemmeno alle proposte di altre aziende dolciarie di assorbire il marchio, pur di far restare Pernigotti italiana.

“Accordo storico” lo definisce il Mise, raggiunto in tempi record, ed in effetti arrivare ad un’intesa intorno ad una crisi industriale in poco meno di un anno è un gran risultato per tutti, per i lavoratori specialmente e per l’Italia.

Secondo quanto prevede l’accordo, per Pernigotti scendono in campo due nuovi investitori: la cooperativa torinese Spes, che rileverà il ramo d’azienda che produce il cioccolato e il torrone, e l’imprenditore Giordano Emendatori che rileverà, invece, il ramo relativo ai preparati per i gelati.

Sara Palazzoli, segretaria nazionale Flai Cgil spiega che l’obiettivo è di costituire una newco, un soggetto aziendale unico per gestire la produzione. Il contratto definitivo dovrà essere sottoscritto entro il 30 settembre per garantire la reindustrializzazione del sito.
Ora la tappa successiva è quella di “entrare nel merito del Piano Industriale per conoscere i dettagli che riguardano la produzione e l’assetto occupazionale”.

“A settembre si tornerà al Ministero per una valutazione complessiva, anche tenendo conto di quanto noi sosteniamo da tempo, e che oggi è stato ribadito anche dal ministro Di Maio, cioè l’importanza dei lavoratori Pernigotti che rappresentano una eccellenza di professionalità e competenze che non si può disperdere. Oggi intanto – conclude Palazzoli – è stato raggiunto l’obiettivo di avere due aziende importanti che hanno dichiarato di voler produrre a Novi Ligure.

Pernigotti S.p.A., dunque, resterà titolare del marchio ‘Pernigotti 1860’, continuando la distribuzione e commercializzazione di cioccolato, praline, torrone e creme spalmabili”, e una nota dell’azienda ricorda che dal 23 luglio scorso ha già ripreso la produzione per la campagna commerciale del Natale 2019, richiamando al lavoro 110 lavoratori, tra dipendenti in Cassa Integrazione e somministrati.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button