Attenti Crucchi, mettete giù le mani dalla Grappa italiana!

Attenti Crucchi, mettete giù le mani dalla Grappa italiana!

Print Friendly, PDF & Email

Anche la Grappa italiana prodotto di eccellenza sono sempre nel mirino dei contraffattori.
Negli ultimi quindici anni la media del danno economico arrecato alle nostre esportazioni di cibi e bevande si attesta su una media di oltre cinquanta miliardi di euro.
Le ricadute sulla occupazione, oltre che sui bilanci delle imprese.
Ultima eccellenza italica ad essere contraffatta è la grappa, che nel mondo ha milioni di affezionati estimatori.

Alcuni disonesti mangia-crauti della RF Germania che hanno pensato di produrre una grappa da vinacce usate per la produzione di champagne e quindi esauste.

Non solo questi mariuoli teutonici la producono ma per renderla ancora più appetibile l’hanno battezzata Grappagner storpiando il nome della storica Distilleria Castagner.

Distilleria Castagner e Associazione Nazionale Industriali Distillatori di Alcol e Acqueviti ritiene giustamente che si tratti di un caso di plagio e di imitazione fraudolenta.

Questa eccellenza italiana, sfruttando una denominazione che ricorda il prodotto italiano, danneggia il consumatore che viene ingannato e indotto a comprare un prodotto falsamente italiano.

Ovviamente la bassa qualità per i parimenti delle distilleria italiane che imbottigliato prodotti di alta qualità.

La Germania è il principale mercato mondiale per la grappa italiana ed assorbe annualmente oltre il 50% delle esportazioni dall’Italia.

Secondo la normativa della Comunità Europea la grappa italiana è tutelata da una apposita Indicazione Geografica e può essere distillata ed imbottigliata solo in Italia.
Solo da vinacce italiane ed è vietato l’uso improprio della Denominazione di Origine Protetta.

È stata fatta da parte di una parlamentare italiana una interrogazione alla Commissione Europea, al Commissario Phil Hogan addetto alla agricoltura.
Stessa interrogazione a Vytenis Andriukaitis che si occupa di salute e sicurezza alimentare nella quale si chiede come la CE intende rafforzare la tutela.

Indicazioni geografica Grappa e quali azioni per contrastare ed eliminare i tentativi di contraffazione ed imitazione.
Parimenti l’interrogazione chiede al governo tedesco affinché blocchi la produzione e commercializzazione di Grappagner che inganna i consumatori teutonici e danneggia i distillatori italiani.
Umberto Faedi

About The Author

Umberto Faedi

Vicedirettore

Related posts