Tribuna

Amaro del Capo si beve Petrus

Stavolta è un’azienda italiana che si beve un’azienda olandese. La calabrese Caffo 1915 , già leader nazionale nella grande distribuzione organizzata  con il Vecchio amaro del Capo ha acquisito il brand olandese  Petrus Boonekamp.

A vendere è stata la multinazionale britannica  Diageo  leader mondiale del settore. Dopo essere stato gestito dalla famiglia olandese Boonekamp, l’amaro Petrus nell’ultimo secolo ha cambiato diverse proprietà.
In particolare, in Italia era stato lanciato dalla Gio.Buton, azienda storica bolognese  per poi passare, per un periodo, al gruppo Cinzano poi acquisito con tutti i suoi marchi, Petrus compreso, a Guinness, poi confluita nella multinazionale Diageo.
L’acquisizione arriva dopo quella del marchio Elisir Borsci San Marzano rilanciato recentemente proprio dal gruppo calabrese.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button