Punti di Vista

Agriturismo è importante per lo sviluppo dell’economia agricola

Il commento ai dati sull’andamento del agriturismo in Italia e con un focus sul Friuli Venezia Giulia, del presidente regionale di Confagricoltura Claudio Cressati.

L’Italia turistica è scesa dal 1° posto mondiale occupato negli anni ’60, all’attuale 5° posto. Ma, nel contempo, il nostro Paese è al 1° posto in Europa per numero di agriturismi (91.112) e al 2° posto per numero di posti letto nelle stesse strutture (2.237.000). Nel 2017, i turisti stranieri che hanno viaggiato in Italia sono cresciuti, come mai dal 2010 (arrivi +9,8 per cento, pernottamenti +5,6 per cento). Questi arrivi, naturalmente, fanno bene anche all’economia agricola, tramite la ristorazione e l’acquisto di prodotti alimentari nei negozi, consumi prevalentemente orientati verso specialità tipiche.

 

Nel 2017, l’introito connesso, stimato dal Centro Studi Confagricoltura, è di 390 milioni di euro per le aziende agricole e di 900 milioni di euro per quelle alimentari. La conoscenza dei prodotti agroalimentari e dell’enogastronomia del nostro Paese, sostenuta dal turismo, contribuisce anche all’incremento dell’export di settore e alla frequentazione dei ristoranti italiani nel mondo. Le aziende agricole traggono ulteriore beneficio economico dal turismo grazie all’ospitalità e alla ristorazione agrituristiche: il fatturato di queste attività, nel 2017, si può stimare in circa 1.675 milioni di euro, di cui 443 derivanti dall’offerta di alloggio e 1.232 dalla ristorazione. Confagricoltura stima che nel 2017, rispetto al 2016, gli arrivi e i pernottamenti nelle aziende agrituristiche siano cresciuti del 4,8 per cento.

 

«In Friuli VG, gli agriturismi attivi sono 656 e aumentano annualmente a un tasso leggermente superiore alla media italiana – spiega Claudio Cressati, presidente di Confagricoltura Fvg –. Tali strutture, complessivamente, dispongono di 4.360 posti letto e 25.745 coperti».
Tuttavia, per quanto il 2017 sia stato un anno particolarmente positivo per il turismo, l’incremento degli arrivi di ospiti stranieri registrato dall’Italia è stato inferiore a quello registrato nei Paesi dell’Europa mediterranea (+12,6 per cento). Fra il 2012 e il 2017, il differenziale negativo, fra la nostra crescita e la crescita media di area, è stato di 15 punti percentuali.

 

«Si evidenzia, dunque, la necessità di: un maggior impegno nella promozione del turismo verso l’Italia, che rappresenta uno dei principali cardini dell’economia nazionale (12 per cento del Pil, 14 per cento dell’occupazione), e un sostegno importante anche per l’economia agricola; migliorare l’uso di internet per promuovere l’offerta turistica e agrituristica, e la vendita diretta dei prodotti delle aziende agricole, attenuando il ricorso a intermediari che intercettano quote di fatturato comprese fra il 10 e il 20 per cento», suggerisce Cressati.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button