Info & Viaggi

Acerra, scuola e riqualificazione territoriale.

Il Liceo Alfonso Maria de’ Liguori, nel cuore della Terra dei Fuochi, recupera il senso perduto dell’identità territoriale e della cultura classica con il progetto Acerra meets e il Certamen Acerranum.

Sabato 19 marzo, nell’Auditorium del Liceo Alfonso Maria de’ Liguori di Acerra, si è concluso un ciclo di eventi che ha visto la scuola impegnata nel riscatto culturale della tanto vessata “Terra dei Fuochi”. Acerra, terra di antichissime origini,  si é proiettata a vivere appieno la dimensione europea della cittadinanza, grazie al progetto “Acerra meets” imperniato sul  gemellaggio con la scuola” Ies Jandula” di Andujar, in Spagna. Acerra meets ha coinvolto, per la prima fase, da 12 al 19 marzo, 16 studenti spagnoli, accompagnati dai loro docenti, e 15 studenti acerrani, che li hanno ospitati in famiglia, dando vita ad un incontro che li ha visti attuare un percorso culturale interattivo  il cui ricordo gli studenti conserveranno fra le esperienze più preziose.

Il fine ultimo del progetto, che proseguirà dal 5 all’11 aprile con il trasferimento degli alunni e docenti acerrani in Spagna, è infatti quello di mettere in campo uno scambio culturale tra realtà scolastiche europee che consenta agli alunni di avere la possibilità, usando la lingua inglese come lingua veicolare, di conoscersi e di conoscere i relativi territori. Acerra meets, ormai alla seconda annualità, “intende promuovere – come ha spiegato il D.S. Prof. Carmine De Rosa – l’antico territorio della “Campania Felix” attraverso tre direttive: si lega alle politiche europee di integrazione (Europa 2020), mette al centro la persona in un percorso di life-long learning, esalta il territorio riportando la Campania Felix alla sua dimensione agricolo-biologica.

Il ricchissimo il programma del gemellaggio, infatti, ha offerto la possibilità agli ospiti spagnoli, oltre a momenti di scambio culturale sul territorio di Acerra, realizzati con la partecipazione attiva di molte realtà associative locali, di condividere attività didattiche comuni, visite guidate in città e nel territorio regionale alla scoperta delle bellezze storico, artistiche e archeologiche (dagli Scavi archeologici di Pompei, alla Costiera Amalfitana, al Museo di Capodimonte al Cratere degli Astroni), nonché visite in aziende agricole e degustazioni di prodotti tipici locali, dal fagiolo “dente di morto acerrano”, alla pizza napoletana che ad Acerra ha alcuni dei suoi migliori cultori ed interpreti, al pomodorino giallo di Acerra e al pane tipico locale.

Il progetto del Liceo di Acerra, patrocinato e cofinanziato dall’Amministrazione comunale, oltre all’impeccabile lavoro delle docenti referenti Prof.sse Chiara Amoroso e Marina Montano, ha fruito del sostegno dell’Ente locale e della Rete inter-istituzionale territoriale. Come ha ben evidenziaro il Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri: “Si è trattato di una bellissima opportunità offerta ai nostri ragazzi, che l’Amministrazione ha sostenuto e aiutato nella realizzazione, un ulteriore arricchimento che si va ad aggiungere alla proposta didattica della scuola,  qualificando il nostro territorio per intraprendenza e dinamismo culturale”.

La cultura, infatti, non deve rimanere chiusa nei luoghi del sapere, ma essere condivisa e riconosciuta come eredità preziosa del nostro passato. Sul filo rosso di questa idea si è svolto il secondo dei grandi eventi messi in campo dal Liceo de’ Liguori di Acerra, Il Certamen Acerranum, che venerdì 18 marzo ha visto 104 studenti provenienti da 26 Licei, di cui 6 da fuori Regione, sfidarsi nella traduzione dal latino di un passo delle Georgiche di Virgilio,  (Virgilio, Georgiche IV 485-515), commentandolo poi alla luce della questione ambientale che interessa la cosiddetta “Terra dei Fuochi” ed il comprensorio acerrano, come previsto dal bando. La cultura classica è infatti un veicolo privilegiato per leggere il presente e per analizzare ciò che abbiamo realizzato nel corso della storia.

La premiazione del Certamen, tenutasi sabato 19 marzo, ha visto la Commissione Giudicatrice, presieduta dal Prof. Formicola e composta dai D.S. Dirigenti Scolastici a riposo prof.ri Delli Paoli Salvatore e  Alfano Lazzaro, insieme ai docenti Liceali e cultori della materia Prof.ri Iroso Anna Lucia, Giuntoli Rita e Sena Antonio, assegnare i tre premi, nell’ordine, a Greta Grippa, Liceo Mamiani di Roma (I posto); Naomi Maniscalco, Liceo de’ Liguori di Acerra (II posto) e Giovanni Ciocca, Liceo Mariotti di Perugia (III posto). Due vincitori non Campani, dunque, mentre giocava in casa la studentessa che si è aggiudicata il II posto. La Commissione ha assegnato inoltre ben sette Menzioni di Merito. Non stupisce, dunque, l’attenzione, finalmente tutta positiva,  di cui Acerra è fatta oggetto in questi giorni. Ad maiora, Acerra!

Simone Ottaiano

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button