Vini e Ristorazione

5 Sfumature di vino Savignone più e meno

Dalla serata di 5 sfumature svoltasi al ristorante Abbazia di Pomposa abbiamo avuto altre importanti informazioni, parliamo del Savignone di Poderi Morini, un sondaggio tra oltre 50 persone appassionate di vino e di cibo può diventare credibile e possiamo dire”o lo amano o lo odiano”.

Analizzando le schede si sono visti i punteggi più strani dai cento punti a chi non lo ha votato sino a scrivere commenti poco ortodossi, ma non ci sembra il caso di puntualizzare un ragionamento che si riduce a pochi, torniamo al voto nelle sue complesse sfaccettature.

Premetto che alla serata le indicazioni di voto date a tutti erano di votare da 80 a 100 punti, perché se un vino sta sotto gli 80 punti è difettoso, essendo questi vini già testati e non sono difettosi almeno 80 punti li meritano tutti, tanto è che il pubblico ha poi premiato i vini nel range da 86 a 96.

Tornando al Savignone di Poderi Morini abbiamo capito che i profumi cosi accentuati  e tannino morbidi, rispetto agli altri vini, riscuote il plauso di molti appassionati, prevalentemente le donne, dove espressamente un gruppo di giovani ragazze  impazziva  letteralmente e nella cena hanno fatto il rabbocco del bicchiere.

La nostra analisi continua e dice che al pubblico abituato a sentire i tannino più decisi nei vini rossi, questo vino cosi floreale non li fa impazzire, mentre parlando con un produttore, mi confessava che con il brasato era il miglior abbinamento.

Per quanto riguarda questo Savignone vitigno autoctono da uve Centesimino, esiste solo nella zona di Faenza in prossimità della località Oriolo dei fichi, anche se le origini dicono che questa pianta era nel centro di Faenza, proprio in questa collina ha trovato il suo habitat e per ricordarvi il suo gusto vi consiglio di gustare i fichi rossi e quando assaggiate il savignone capirete l’essenza di questo vino.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button