Stile e Società

Vinissage, vini biologici ad Asti

Vinissage, la mostra mercato di vini biologici, biodinamici e naturali che si tiene sabato 6 e domenica 7 maggio 2017 nella nuova sede di Palazzo Ottolenghi di Asti, cuore del Monferrato, è uno dei più importanti appuntamenti italiani dedicati al mondo della viticultura biologica, naturale e consapevole.

Attraverso una ricerca costante, Vinissage per undici anni ha seguito produttori e consumatori verso un vino biologico che si fa più ricercato, capace di soddisfare i gusti e le esigenze del pubblico, nella convinzione che la qualità dei vini nasca da un buon lavoro in vigna e da una vendemmia sana, oltre da un grande impegno in cantina, basato sul massimo rispetto per la naturalità dell’uva.

Quello della viticultura biologica e biodinamica è un settore sempre crescente per corrispondere al gradimento dei consumatori. In Italia, in soli due anni le persone che chiedono e bevono vino bio sono raddoppiate e le superfici vitate bio sono 72.361 ettari, secondo posto in Europa dopo la Spagna. A livello regionale, in Italia guida la Sicilia (27.105 ettari nel 2014, 38% sul totale italiano e +43% rispetto al 2011); seguono Puglia (10.269 ettari, +22%) e Toscana (9.243 ettari, +46%).

In dieci anni, dal 2004 al 2014, si è registrata una crescita del +259% in Europa e +261% a livello globale. La graduatoria per Paese rileva al primo posto il Messico (con uno share del 15,6%), seguito dall’Austria (10,7%). L’Italia è al terzo posto (con il 10,3%) precedendo Spagna (8,9%), Francia (8,7%), Germania (7,6%), Nuova Zelanda (6,7%), Bulgaria (5,8%) e Grecia (4,3%).

La due giorni di Vinissage di Asti, organizzata dalla Città di Asti in collaborazione con l’Associazione delle Città del Bio e Officina Enoica, permette al pubblico non solo di degustare la produzione italiana in questo settore, ma è soprattutto occasione per conoscere e dialogare con i produttori,  scoprendo le tecniche della preparazione del vino dal filare alla cantina.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button