Cantina del giorno

Villa Franciacorta rilancia con «Il Martinello»

A poco più di un anno dalla scomparsa del suo fondatore Alessandro Bianchi, Villa Franciacorta rilancia con una nuova tenuta a Provaglio d’Iseo e con l’impianto di nuovi ettari nel crù Villa.

Un 2021 che riparte alla grande per Villa Franciacorta. Dopo lo stop forzato a causa del Covid e il dolore per la perdita del suo fondatore Alessandro, Villa Franciacorta guarda avanti, nel segno della continuità, seguendo la strada tracciata sin dalla sua nascita. La strada della continua evoluzione, della cura meticolosa dei dettagli, della ricerca continua della qualità e dell’unicità di stile.

Tradizione ed innovazione, sono questi i cardini che la figlia Roberta insieme al marito Paolo, hanno posto a base della loro strategia di consolidamento e sviluppo. Ecco allora l’impianto di nuovi ettari e la nuova tenuta di Provaglio d’Iseo, «il Martinello», espressione della rinascita di un terroir unico.
Un luogo dove si respira l’emozione di un vero e proprio Château, circondato da ulivi e da filari di vite e dalla straordinaria esposizione al sole. La tenuta, situata nella parte più alta di Provaglio d’Iseo, a 330 m.s.l.m., è adiacente alla zona del «Roccolo» già di proprietà di Villa. Terreni questi, vocati alla coltivazione del Pinot Nero, che affacciano sulle Torbiere del Sebino, arrivando a scorgere all’orizzonte il limite sud del lago d’Iseo, per un totale di 43,5 ettari.
Una visione identitaria ancor più rafforzata, nel segno della sostenibilità e della qualità, come sottolinea Roberta Bianchi: «In Cantina, l’Uomo continua nella valorizzazione del terroir con la gestione dei vini e dei lieviti per il tiraggio». Sono stati ventiquattro i diversi vini base dati dalla vendemmia 2020, ottenuti da vinificazioni separate per valorizzare la biodiversità di ogni singolo terroir e metterne in evidenza ogni minima differenza, proseguendo nella tradizione aziendale del «solo millesimati», garanzia di qualità;
«Da qui ripartiamo, da una bellissima e abbondante vendemmia 2020, animati dall’amore e dalla passione nel valorizzarla, con ancora più impegno, in questo 2021», aggiunge Paolo Pizziol.
Villa guarda avanti, insomma, oggi come ieri, alla continua ricerca della qualità e nel rispetto di uno sviluppo etico e sostenibile, al motto di «Ritroviamo la gioia e lo stupore delle piccole cose che fanno grande la vita»
Sonia Biasin

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button